Regione Lazio: Vitamina G. Bando delle Idee. Ambiente e sostenibilità, cinema, turismo e cultura. Fino a 25mila Euro a fono perduto

Pubblicità


Fino a 25mila euro a fondo perduto per offrire sostegno economico e tecnico alle iniziative dei giovani rispetto a sfide prioritarie per le comunità, promuovendo opportunità e, nello stesso tempo, partecipazione inclusiva alla vita economica, sociale e democratica.

È l’obiettivo del bando Vitamina G2, realizzato nell’ambito del programma GenerAzioni Giovani delle Politiche Giovanili della Regione Lazio con il sostengo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la Gioventù e giunto, quest’anno alla sua seconda edizione.

Beneficiari del presente avviso sono:

  1. Le Associazioni Giovanili singole o riunite in Associazione Temporanea di Scopo (ATS) in possesso dei seguenti requisiti:
    • essere costituite per atto pubblico o scrittura privata registrata presso l’Agenzia delle Entrate;
    • avere la finalità giovanile contemplata all’interno dello statuto ed essere improntate a criteri di democraticità;
    • non avere scopo di lucro;
    • avere sede legale nel territorio della Regione Lazio;
    • avere il Consiglio direttivo composto in maggioranza da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni (non compiuti);
    • essere in possesso dei requisiti previsti dalla legge per l’ammissione ai contributi pubblici, riportati nell’Appendice 2 del presente avviso.

Nel caso in cui la domanda sia presentata da ATS, oltre ad essere rispettati per ciascun componente, i requisiti previsti per le Associazioni giovanili sopra descritti, uno dei partner, individuato con mandato collettivo speciale con rappresentanza, funge da capofila e, come tale, presenta la domanda in nome e per conto di tutti i partner.

Le costituende ATS in caso di approvazione del progetto presentato dovranno costituirsi formalmente, pena decadenza dal contributo, entro 60 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie.

  • Gruppi informali, ovvero aggregazioni spontanee composte da un minimo di 3 che alla data di presentazione della domanda:
    • abbiano età compresa tra i 18 e i 35 anni (non compiuti);
    • siano residenti e/o domiciliati nel Lazio;
    • siano in possesso dei requisiti previsti dalla legge per l’ammissione ai contributi pubblici, riportati nell’Appendice 2 del presente avviso.

Ogni gruppo informale individua al suo interno un Responsabile di progetto, che sarà l’unico referente per la Regione Lazio per gli adempimenti inerenti alla proposta progettuale. In caso di approvazione del progetto, entro 60 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie, pena decadenza dal contributo, il gruppo informale deve costituirsi in Associazione Giovanile con atto pubblico o scrittura privata registrata presso l’Agenzia delle Entrate.

L’Associazione deve comunque possedere i seguenti requisiti:

  • avere la finalità giovanile contemplata all’interno dello statuto e indicata chiaramente nella denominazione,
  • essere improntata a criteri di democraticità, non avere scopo di lucro e sede legale nel territorio della Regione Lazio.

Il Consiglio direttivo della costituenda Associazione Giovanile dovrà essere costituito in maggioranza dai giovani del gruppo che hanno presentato domanda ai sensi del presente avviso. La mancata costituzione, entro il termine stabilito, in Associazione Giovanile comporta la decadenza dal contributo.

  • Le Associazioni Giovanili risultate vincitrici, e non rinunciatarie, dell’avviso BANDO DELLE IDEE “VITAMINA G” singole o tra loro riunite in ATS in possesso dei requisiti di ammissibilità sono riportati nell’Appendice 2 al presente avviso.

Il possesso dei requisiti è attestato mediante Dichiarazioni rilasciate ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445 del 28/12/2000, in sede di presentazione della domanda e in sede di richiesta di erogazione del contributo in conformità ai modelli allegati all’Avviso.

I dichiaranti, pena la revoca, assumono l’impegno di comunicare tempestivamente qualsiasi evento intervenuto successivamente alla presentazione della Domanda che incida sul possesso anche di uno solo requisito dichiarato ai sensi del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000, aggiornando la relativa dichiarazione.

progetti presentati dovranno richiamare una delle seguenti Aree di intervento, riconducibili al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che rappresentano ciascuna un Lotto e per le quali si esplicitano, di seguito, le possibili materie che dovranno essere oggetto delle attività che lo compongono:

  • Valorizzazione del territorio e turismo;
  • Rivoluzione verde, transizione ecologica, agricoltura e tutela dell’ambiente;
  • Inclusione sociale, coesione, integrazione, parità e pari opportunità, cittadinanza attiva;
  • Cultura e creatività;
  • Qualità della vita, sport e benessere psicofisico.

Le azioni legate alla transizione digitale e all’innovazione si intendono trasversali agli ambiti di intervento.

Il beneficiario dovrà obbligatoriamente individuare l’area di intervento/Lotto, relativa al progetto presentato.

I progetti ammessi al contributo dovranno essere completati entro 12 mesi dalla data di sottoscrizione dell’Atto d’impegno, fatte salve eventuali proroghe che non potranno essere superiori a 90 giorni.

I progetti potranno essere realizzati con il coinvolgimento di soggetti sostenitori pubblici o privati anche aventi sede legale e/o operativa fuori dal territorio regionale. I soggetti sostenitori possono partecipare al progetto mediante apporti finanziari, di risorse umane, strumentali o di altra natura. L’apporto degli eventuali soggetti sostenitori dovrà essere adeguatamente comprovato in sede di presentazione della proposta progettuale, mediante compilazione della Scheda C-Dichiarazione Soggetti sostenitori, allegata al presente avviso, in cui è fatto specifico riferimento al progetto, alla volontà da parte del sostenitore di condividerne i contenuti e le concrete modalità attuative.

Le azioni intraprese dagli eventuali soggetti sostenitori dovranno inoltre essere descritte nel modello C – Progetto allegato I sostenitori non possono in alcun caso essere destinatari di quote dei contributi erogati dalla Regione Lazio ai sensi del presente Avviso, né ricevere pagamenti a valere sugli stessi. In ogni caso la responsabilità del progetto rimane sempre in capo al beneficiario del contributo.

La dotazione finanziaria del presente avviso ammonta a 2.250.000 euro di risorse regionali.

A ciascuna area di intervento di cui all’art. 2 è destinata una quota pari a 375.000 euro per un totale di 1.875.000 euro.

Una ulteriore quota pari a 375.000,00 euro è riservata alle Associazioni Giovanili, singole o riunite tra loro in ATS, risultate vincitrici e non rinunciatarie dell’Avviso BANDO DELLE IDEE “VITAMINA G”.

Il contributo massimo concedibile per beneficiario e per progetto è pari a 25.000 euro, è a fondo perduto e può coprire fino al 100% del totale delle spese ammesse.

Al fine di assicurare una adeguata distribuzione territoriale si seguirà prioritariamente l’ordine di graduatoria e tenendo conto della provincia indicata nella domanda, si procederà al finanziamento di almeno un progetto per ciascuna Provincia del Lazio e Città metropolitana di Roma Capitale, in ogni area di intervento. Inoltre, qualora le domande ammesse a finanziamento non impegnassero completamente la dotazione finanziaria assegnata alla relativa Area di intervento e/o riservate alle Associazioni Giovanili, singole o riunite tra loro in ATS, risultate vincitrici e non rinunciatarie del BANDO DELLE IDEE “VITAMINA G” annualità 2020, le risorse non utilizzate saranno destinate al finanziamento dei progetti classificati come “ammissibili e non finanziati” in ordine al punteggio raggiunto e in caso di ex aequo secondo l’ordine di presentazione delle domande.

L’Amministrazione potrà procedere all’assegnazione di ulteriori risorse aggiuntive che si renderanno disponibili, per il finanziamento di istanze presentate in attuazione del presente avviso pubblico, che saranno utilizzate per lo scorrimento delle graduatorie delle domande “ammissibili e non finanziate”.

La domanda di contributo, completa di tutta la documentazione allegata richiesta, dovrà essere predisposta e presentata, a pena di esclusione, attraverso la piattaforma telematica disponibile al sito https://app.regione.lazio.it/vitaminag2/ che sarà attiva, per l’invio delle candidature, dalla data di pubblicazione del presente avviso fino alle ore 18 del 30 luglio 2022.

La domanda si considera inoltrata al termine della compilazione del form on line e del caricamento degli allegati e risulta correttamente presentata se si riceve dall’indirizzo protvitaminag2@regione.lazio.it la mail di avvenuta protocollazione e del relativo codice alfanumerico, che deve essere conservato con cura per le successive comunicazioni. L’indirizzo mail di notifica del numero di protocollo è solo un indirizzo di sistema e non deve essere utilizzato per le comunicazioni.

Dopo aver inviato la domanda NON sarà più possibile modificarla; si invita pertanto a prestare la massima attenzione durante la sua compilazione.

È possibile chiedere l’annullamento della domanda, ai fini della sua ripresentazione, inviando una PEC all’indirizzo vitaminag2.LAZIOcrea@legalmail.it fino a 4 giorni lavorativi precedenti alla scadenza del termine del presente avviso (ore 18 del 30 luglio 2022). Nella richiesta di annullamento deve essere indicato nome, cognome e codice fiscale del richiedente, il codice alfanumerico e il numero di protocollo della domanda oltre che la motivazione per cui si richiede l’annullamento della stessa.

Eventuali problemi in fase di caricamento dati possono essere sottoposti a LAZIOcrea S.p.A. tramite una mail all’indirizzo asstecvitaminag2@laziocrea.it, mentre i chiarimenti in merito al contenuto dell’avviso possono essere sottoposti alla Direzione Regionale Politiche Giovanili Servizio Civile e Sport all’indirizzo politichegiovanilisport@regione.lazio.it.

È sempre opportuno inserire anche un recapito telefonico per garantire una tempestiva risposta.

In apposita sezione del sito https://www.regione.lazio.it/cittadini/politiche-giovanili saranno pubblicate le risposte alle domande più frequenti sotto forma di FAQ.

L’istruttoria formale è a cura di LAZIOcrea S.p.A., società in-house della Regione Lazio, che avvia l’istruttoria verificando:

  • la correttezza dell’iter amministrativo di presentazione della Domanda (rispetto delle modalità e dei tempi);
  • la completezza della documentazione richiesta;
  • l’ammissibilità delle spese secondo quanto previsto dall’art. 6;
  • il possesso dei requisiti di ammissibilità da parte dei Richiedenti sulla base delle Dichiarazioni rilasciate. LAZIOcrea S.p.A. effettua inoltre i controlli a campione sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445 del 28/12/2000.

Le domande che avranno superato la fase di istruttoria formale sono sottoposte alla valutazione di una Commissione tecnica di valutazione nominata dal Direttore della Direzione Regionale competente. La Commissione valuta sulla base dei criteri e dei punteggi indicati dal presente avviso. Non saranno ritenuti ammissibili i progetti che abbiano ottenuto un punteggio complessivo inferiore a 60 punti.

La Commissione di Valutazione per ciascuna Area di intervento e per le domande presentate dalle Associazioni Giovanili risultate vincitrici, e non rinunciatarie, dell’Avviso BANDO DELLE IDEE “VITAMINA G” singole o tra loro riunite in ATS predispone quindi:

  • l’elenco dei progetti non ammissibili, dando evidenza dei punteggi insufficienti;
  • la graduatoria dei progetti ammissibili in ordine decrescente di punteggio e di quelli finanziabili, con la proposta dell’ammontare del contributo tenendo conto degli ex aequo e della distribuzione sul territorio regionale.

Gli esiti della valutazione saranno trasmessi dalla Commissione Tecnica di Valutazione alla Direzione Regionale competente per l’adozione degli atti di approvazione delle graduatorie e di concessione del contributo, che saranno pubblicati sul BUR Lazio e sul sito https://www.regione.lazio.it/cittadini/politiche-giovanili.

Contatti

Per domande è possibile contattare il numero verde 800 98 97 96 nei giorni lavorativi dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 16:00 o scrivere a politichegiovanilisport@regione.Lazio.it.

Saranno inoltre organizzati webinar e incontri di approfondimento.

Documentazione di riferimento