Ritrovato a Monte San Biagio l’80enne scomparso a Valle Marina un giorno e mezzo prima

Il Paese delle meraviglie a Minturno


MONTE SAN BIGIO – Si è conclusa felicemente, per la gioia dei parenti, dei conoscenti e, soprattutto degli operatori della numerosa task force messa in campo, la ricerca dell’80enne Pierino Cartisano, il pensionato di cui si erano perse le tracce tra sabato e domenica e il cui ultimo contatto risultava essere una telefonata con il figlio, carabiniere in Puglia, appena congedato e, da domenica, prontamente accorso a Valle Viola, nella frazione rurale di Valle Marina di Monte San Biagio dove l’uomo abita.

Il vecchietto è stato trovato alla sommità di Monte Pazziariello, nella zona di  Valle Imperiale che sovrasta Valle Viola e sul cui versante opposto, dietro monte Le Fate, attiguo alla cima di Pazzariello sul dorsale che li vede affiancati, ci troviamo già in territorio del comune di Sonnino. In quel posto era stata collocata, tre anni fa, una statua della Madonna e già allora l’uomo aveva raggiunto a piedi quel sito religioso. E’ stata l’intuizione del cap. Aldo Filippi, comandante della Polizia Locale, che, ricordandosi del precedente, ha suggerito di battere quella pista che, alla fine si è rivelata azzeccata.  L’uomo, trovato in condizioni lucide e disposto alla battuta sebbene claudicante per precedenti acciacchi fisici, è stato trasportato giù, insieme al suo cagnolino che lo aveva seguito fino a quel punto, con un elicottero e subito affidato a un’ambulanza che ha provveduto a trasferirlo presso l’ospedale “Alfredo Fiorini” di Terracina per gli accertamenti di prassi, anche alla luce di una nottata trascorsa in un luogo umido e dove la temperatura non è certamente quella della pianura. Ad abbracciarlo, oltre al figlio, anche la figlia, che vive a Terni e che è prontamente scesa a Monte San Biagio. Comprensibile la soddisfazione degli operatori rimasti attivi tutta la notte; i Carabinieri di Monte San Biagio, diretti dal luogotenente Michelangelo Nanìa, la Polizia Locale agli ordini del cap. Aldo Filippi, I vigili del Fuoco con personale di terra ed elicottero, le unità cinofile dei CC giunte da Firenze, cinque squadre dei “Falchi Pronto Intervento” del presidente Mario Marino, della Protezione Civile di Fondi che hanno battuto il versante della montagna alla cui sommità è stato trovato il Cartisano, omonimo e zio del sindacalista Uiltucs, Gianfranco Cartisano. Con loro anche gli uomini della Protezione Civile “Centro operativo Circe” del presidente Romeo Pernarella di Monte San Biagio e la Protezione Civile di Terracina. Comprensibile la gioia della gente che vive a Vallemarina, dove l’uomo è conosciuto, per la sua quotidiana presenza interattiva con gli abitanti, e tanto stimato. Parole di apprezzamento per l’opera svolta dai soccorritori sono giunte dal sindaco di Monte San Biagio Federico Pernarella.

Autore: Orazio Ruggieri

le3cshop.com