San Felice a Cancello-Arienzo: Pedalata “Rifiutiamoci”, 13/10/13.

Manifestazione "Rifiutamoci"
Manifestazione “Rifiutiamoci”

Domenica 13 ottobre anche San Felice a Cancello ed Arienzo si mobiliteranno per dar voce ad un unico coro di speranza a seguito del disastro ambientale della “nostra terra”. La pedalata non vuole essere una marcia di sofferenza, ma per la vita. La speranza che attraverso l’unione e la mobilitazione, le istituzioni possano accorgersi delle gravose problematiche che attanagliano il nostro territorio. Un folto gruppo apolitico di giovani, constatata l’attuale disastrosa e reiterata situazione ambientale della “Terra dei Fuochi”, ha deciso di mobilitarsi: La situazione desta crescente preoccupazione poiché il comune di San Felice a Cancello è stato annoverato tra quelli avvelenati e deturpati. Negli ultimi giorni la sensibilità dell’opinione pubblica è cresciuta, nonostante il preoccupante silenzio istituzionale e mediatico di tutti questi anni. Al fine di concentrare l’attenzione delle istituzioni, i cittadini residenti e non, pedaleranno per la vita. Bambini, anziani e giovani. Tutti potranno partecipare con il sostegno della Polizia Municipale e delle forze dell’ordine: Da Cancello sino ad Arienzo, con rientro alle ore 12:00 in Piazza Giovanni XXIII. Oggi più che mai si avverte il bisogno di non seppellire anche le coscienze e di voler conoscere con precisione ed essere consapevoli di ciò che accade intorno a noi, pertanto alla pedalata sarà inclusa una raccolta di firme. La raccolta delle firme, allegata alle petizioni da consegnare al comune sarà necessaria al fine di:

  • Dare delucidazioni sui programmi a breve, medio e lungo termine, previsti in merito a questa situazione d’emergenza;
  • Una sollecitazione da parte del primo cittadino del comune, alle autorità competenti;
  • Presa in considerazione delle recenti e passate petizioni popolari in merito alla necessità di istituire un registro tumori;
  • La pubblicazione dei dati dei rilevatori che registrano il tasso d’inquinamento del territorio;
  • Elaborazione di un documento ufficiale in cui sia chiaramente indicati i siti inquinati (noti per via ufficiosa)

Bisogna crederci e partecipare!

Info: http://bit.ly/1chqogI