SINDACO FIGLIOLIA CONTRO IL TRASFERIMENTO DI UFFICI E AMBULATORI ASL DA POZZUOLI A FRATTAMAGGIORE.

Asl Napoli 2 NordAlla firma del governatore della Campania Stefano Caldoro c’è l’atto che prevede il trasferimento della sede della direzione aziendale, degli uffici e degli ambulatori dell’Asl Napoli 2 Nord dall’attuale sede di Pozzuoli alla sede di Frattamaggiore. Il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, preannuncia opposizione durissima: «Faremo le barricate per difendere i nostri cittadini ed il nostro – dice il sindaco Figliolia – Ci opporremo in tutte le sedi alla richiesta inoltrata alla giunta regionale campana dalla direzione generale dell’Asl Napoli 2 Nord di delocalizzare a Frattamaggiore tutti gli uffici e gli ambulatori che si trovano nell’attuale sede centrale di Pozzuoli, dal momento che questa decisione non solo va contro i parametri indicati dalla legge regionale, ma priverà un bacino di utenza di quasi 400.000 cittadini dei servizi erogati da uffici e ambulatori dell’Asl Napoli 2 Nord. Il governatore Stefano Caldoro, del quale apprezziamo e conosciamo la sensibilità istituzionale e la ragionevolezza, dimostri di essere davvero dalla parte dei cittadini e blocchi questa proposta di trasferimento che non apporterà nessun beneficio né economico né sociale. Come già ebbi modo di ricordare lo scorso anno, esprimendo una posizione condivisa anche con i colleghi sindaci Ermanno Schiano di Bacoli e Francesco Iannuzzi di Monte di Procida che è anche presidente Anci Campania, la norma regionale è chiara e invita le direzioni aziendali delle Asl a localizzare le proprie sedi e ambulatori in zone che sono epicentriche rispetto al territorio complessivo d’estensione territoriale e nel nostro caso la sede epicentrica sarebbe nel territorio di Giugliano in Campania e non certo Frattamaggiore. Ora poniamo la questione e chiediamo un intervento anche di tutti i gruppi consiliari regionali e dei consiglieri eletti nel comprensorio flegreo-giuglianese per questa battaglia che non ha alcun colore politico né è assolutamente campanilistica, ma fondata su principi di rigore istituzionale e tutela dei cittadini».