Sperlonga Music Festival: il grande giorno

Si terrà oggi, giovedì 5 settembre in un solo giorno, la prima edizione dello Sperlonga Music Festival. Il Sud Pontino ha da sempre significato, nel campo della musica, un punto di riferimento per l’intera provincia di Latina.Durante il decennio sessanta sono stati tanti i gruppi, le orchestre e le band che hanno rivoluzionato l’ascolto ed i gusti del pubblico dell’epoca. Prova ne erano le molteplici gare canore che si svolgevano nelle balere presenti nelle città della costa e dell’entroterra. Per quasi un ventennio, questi artisti, seminarono così bene che ancora oggi, a distanza di tantissimo tempo, quelle sonorità sono talmente radicate che quasi entrano a far parte, nonostante l’origine nordamericana, della cultura musicale del territorio. Ed è proprio per sottolineare questa particolarità, rintracciabile anche nel suono di alcuni giovani gruppi del momento, che l’associazione SperlongaE20 ha pensato, attraverso un festival dedicato, di celebrare quelle sonorità non solo con esibizioni dal vivo, ma anche organizzando una tavola rotonda con illustri esperti italiani di Black Music.  Un modo diverso per ricordare, e allo stesso tempo discutere, di una tendenza che ha di fatto cambiato certa tradizione musicale anche locale. Il festival ha ricevuto il patrocinio e il contributo del Comune di Sperlonga, e rientra nel programma delle manifestazioni estive 2013 che si svolgono in città. L’evento inizia il  pomeriggio, alle ore 17.30 presso l’Auditorium Comunale nel centro storico della città. Qui, tre illustri conoscitori del genere, parleranno delle loro singolari esperienze artistiche/culturali, nel convegno: ‘Confessioni di un mangiatore di anime. La Soul Music nelle parole di tre protagonisti‘. I tre personaggi in questione rappresentano senza ombra di dubbio la massima autorità in fatto di soul music in Italia: Graziano Uliani, direttore artistico del Porretta Soul Festival, arrivato ques’anno alla 26esima edizione, è considerato il miglio festival europeo del genere; Silvano Menichelli, ideatore e fondatore del Narni Black Festival, è un anche un musicista e un cultore di tutti i generi che si celano dietro alla definizione  black music;  Edoardo Fassio, un’assoluta autorità nel campo del blues. Scrive di blues, folk e jazz sulla “Stampa”, su “TorinoSette” e sulla rivista “Il Blues”. Consulente e conduttore per Rai Radiodue, Radio Flash e Radio Torino Popolare, con lo pseudonimo di Catfish trasmette blues dal 1984, la più duratura programmazione radio del genere in Europa. Nel 2002 è stato insignito del prestigioso Sweet Soul Music Award per il contributo dato alla diffusione della musica soul e rhythm & blues, un riconoscimento attribuito a personalità internazionali come Solomon Burke e Peter Guralnick. Alle 21.30 nella centralissima Piazza Europa, sempre nel borgo antico, avrà luogo il concerto. Tre band si esibiranno dal vivo sul palco del festival: Niente di Precyso, Groove Machine e gli Allas. Con la storica band degli Allas, composta totalmente da musicisti sperlongani, ci sarà anche uno stimato musicista come Rocco Guglietta alle tastiere, e le giovani leve Leone Guglietta alla batteria e Luigi di Francia alla chitarra; inoltre ci sarà il gradito ritorno sulla scena direttamente da Parigi della sperlongana Pina Zuena, cantante. L’evento, inoltre, nutre della collaborazione della Camera di Commercio di Latina e della Confcommercio, ed è affiliato al Porretta Soul Festival (Porretta, Bologna), al Narni Black Festival (Narni, Terni) ed è gemellato con il Fondi Music Festival ed il Fondi Jazz Festival. I Media partner sono. Radio Show Italia, IpMagazine, La Voce e 26Lettere.it. Il supporto tecnico è di Remix Sound Sperlonga.  La conduzione è affidata alla professionalità e maestria del giornalista e conduttore radiofonico di RDS, Corrado Gentile.