Spigno Saturnia: I campioni del mondo di Basket Chiara Vingione e Fabio Tomao, in visita alle scuole di Spigno Saturnia.

Clicca e scopri i prodotti in vendità

https://fb.watch/gjn7ksstYS/

Non poteva andare diversamente. Tutti noi abbiamo sempre creduto nei nostri “grandi, eroi”.

È stata un’emozione grande guardarli giocare e leggere su riviste nazionali, testate giornalistiche e social network le valorose gesta che hanno portato sul gradino più alto la Nazionale Italiana di Basket con sindrome di down, che a Madeira, Portogallo, è stata consacrata Campione del Mondo 2022.

Chiara Vingione e Fabio Tomao, atleti della Basket4ever di Formia, sono tra gli valorosi del sud pontino, che con altri sei ragazzi hanno portato la Nazionale Italiana con Sindrome Down a raggiungere il gradino più alto.

Hanno dimostrato, con la loro forza di volontà e passione, attraverso lo sport, che nella vita tutto è possibile e che la diversità non è mai un limite, ma una forma di riscatto.

L’Amministrazione Comunale ha voluto far sensibilizzare i bambini e ragazzi delle scuole spignesi attraverso l’esperienza diretta dei due protagonisti, portando Fabio e Chiara nei plessi delle scuole e farli vivere dalla loro esperienza diretta questa meravigliosa storia,

Vogliamo ringraziare, la Dirigente Scolastica, Prof.ssa Enrica Caliendo e tutto il corpo docenti dell’Istituto Comprensivo di Spigno Saturnia, che hanno condiviso la nostra iniziativa immediatamente.

Un’emozione unica per tutti gli alunni, che hanno accolto i due atleti canti e cori da stadio, manifestando tutta la loro ammirazione e il loro orgoglio nel conoscere Chiara e Fabio. Tanta curiosità mostrata dai ragazzi, che attraverso le loro tante domande e curiosità, hanno conosciuto meglio gli atleti.

Le mamme di Chiara e Fabio, le signore Giuseppina Vingione e Annamaria De Piro hanno voluto illustrare ai ragazzi della scuola secondaria inferiore di Spigno Saturnia, come i loro ragazzi possano essere un esempio per tutti, soprattutto attraverso la scuola, luogo ideale da cui partire per educare la società sui temi dell’inclusione. La Signora Annamaria ha poi sottolineato, come i ragazzi della Nazionale Italiana di Basket sono la prova che la determinazione, la passione e la voglia di vivere, siano gli ingredienti giusti per realizzare grandi sogni anche nelle difficoltà. Elementi che la collaborazione tra genitori, scuola ed istituzioni, possono sostenere per creare opportunità per tutti.

Pensiero importante quello portato dalla signora Vingione, che dopo l’incontro ha affermato che la giornata con le scuole è stata molto toccante e significativa, e che, come questa, abbia simbolicamente rappresentato la piantumazione del seme della sensibilizzazione in un terreno fertile, con la convinzione che possano germogliare bellissimi frutti da questa esperienza.

Chiosa finale lasciata ai responsabili del Basket4ever, che concludo dichiarando “abbiamo creduto fin da subito nelle potenzialità dei nostri ragazzi. Il Progetto “Un Canestro da Favola senza Barriere” è nato come esempio di integrazione ed inclusività, oggi dopo otto anni di “lavoro” continuo fatto con passione, siamo orgogliosi di avere due campioni del mondo. Nello stesso tempo siamo soddisfatti dei passi da gigante di tutti i ragazzi della nostra associazione e crediamo che ognuno di loro sia un campione, anche e soprattutto per il forte impegno ed entusiasmo messo nel partecipare agli allenamenti. Riteniamo importante l’esempio di Chiara e Fabio, che sia da stimolo per tanti ragazzi che spesso non si impegnano a pieno nelle attività. Grazie alle istituzioni che si sono mostrate sensibili nei confronti dell’integrazione delle diversità

Pubblicità