SS. Cosma e Damiano: Via Campanili, ancora perdite d’acqua sull‘asfalto. I residenti: “è da più di un mese che l’acqua si perde e nessuno interviene”.

Pubblicità

Pubblicità

E’ da più di un mese che l’acqua in un tratto di via Campanili, si perde in chissà quale via di esodo sotto le case. Infatti alcuni residenti del posto hanno riferito che all’inizio, ossia da circa un mese, si osserva una grossa pozzanghera che per la sua vastità occupa l’intero tratto segnalato e con buona quantità di acqua presente. Oggi, a distanza di tempo, sul posto si notano alcuni tratti di asfalto bagnato che denotano comunque la perdita d’acqua ma con il flusso che probabilmente scorre e si perde nel sottosuolo attraverso vie secondarie di svincolo mentre all’inzio, in superficie.  Ci risiamo. Ancora perdite d’acqua non gestite dal gestore in carica, sebbene l’approvazione in Assemblea dei Soci del 27 giugno, nella conferenza dei sindaci, del Bilancio, che chiude con un utile di 9,3 milioni di euro, confermando il trend positivo della Società dal punto di vista economico e l’incremento tariffario in bolletta per il 2022, dell’8,45%, e un incremento del 5% per l’anno 2023.

Ottimo il programma economico, visto dagli occhi del gestore idrico, se non fosse che ad oggi le perdite d’acqua sul territorio ammontano al 70% e non piove nel centro sud da almeno 2 mesi, fatto quest’ultimo che ha indotto la Regione Lazio a proclamare lo stato di crisi idrica. 30 giorni circa h24 di sversamento del prezioso liquido nel sottosuolo a dispetto delle disposizioni comunali sul territorio che nel periodo estivo attraverso le consuete Ordinanze vincolano l’uso dell’acqua secondo le norme del buon uso domestico. “Intanto l’acqua scorre da più di un mese e nessuno interviene” hanno concluso i resdedenti