Stefanelli “C’è tanto da lavorare per ridare dignità a Minturno”

Il Paese delle meraviglie a Minturno


EDU080620160002

POLITICA: Si è tenuta ieri mattina, presso la sede elettorale del Candidato Sindaco per il Comune di Minturno, Gerardo Stefanelli, un importante conferenza stampa, alla presenza dei maggiori media del territorio.

Nel corso della conferenza stampa Stefanelli, ha fatto un’attenta disamina del voto elettorale dello scorso 5 giugno, “Chi ha seguito lo scrutinio dei seggi ha notato che ormai l’elettore è maturo e compie una scelta sul Sindaco diretta, tanto è vero che io mi sono trovato votato con consiglieri di tutte le coalizioni e ciò è successo anche agli altri candidato a sindaco; ciò significa che l’elettore ha ben presente la differenza fra il voto al consigliere e il voto al candidato sindaco. Ciò dimostra che la città ha già dimostrato di non aver paura del cambiamento premiando, con il voto disgiunto. Questo ci fa bene sperare”.

EDU080620160004Stefanelli ha confermato che non farà apparentamenti con nessuno, in vista della tornata di ballottaggio del prossimo 19 giugno “Non faremo accordi con nessuno, né sotto il banco né sopra; né con i leader né con le seconde linee. Ci rivolgiamo solo e soltanto ai cittadini Minturnesi affinché possano votare liberamente”.

In vista del ballottaggio e dopo l’episodio che ha visto un seggio ed il suo presidente coinvolto in un’indagine dell’Autorità Giudiziaria per il reato di sostituzione, soppressione o distruzione degli atti elettorali, Stefanelli ha auspicato una rapida soluzione della questione, anche attraverso una maggior chiarezza sui risultati del primo turno, edin vista del ballottaggio, una maggiore attenzione da parte delle autorità.

EDU080620160008“L’episodio increscioso che si è verificato nella sezione n° 12 ci vede, tra l’altro, come parte lesa in quanto ci è stata sottratta una scheda. Auspichiamo che la magistratura faccia chiarezza sulla questione e che sia effettuato nuovamente il conteggio delle schede di quella sezione, affinché le cifre elettorali siano chiare e trasparenti. Dobbiamo, però, fare anche delle considerazioni a margine della questione; la prima è che il Commissario prefettizio probabilmente ha sottovalutato il procedimento elettorale che, in gran parte, è sotto la responsabilità del Comune. Dico sottovalutato perché queste elezioni portavano con sé alcune grandi novità, avendo preteso un sorteggio integrale degli scrutatori, cosa che ha generato una serie di difficoltà; intuendole, avevamo chiesto al Commissario di riunire presidenti e scrutatori di seggio, prima del 5 giugno scorso, per illustrare loro le novità di questa tornata elettorale, che hanno reso più complesso questo scrutinio, tra cui l’introduzione della doppia preferenza. Ci auguriamo che in occasione del ballottaggio ci sia una maggiore attenzione del Commissario prefettizio; auspichiamo anche che si continui a tenere alta l’attenzione sulle possibili connivenze o infiltrazioni strane sul procedimento elettorale e alla libera scelta degli elettori”.

EDU080620160003Infine, a chiusura della conferenza stampa rivolgendosi alla platea ha invitato tutti al voto “Penso che le cose andranno bene, siamo molto fiduciosi. Questa mattina siamo stati al mercato con alcuni giovani ragazzi e se il popolo è un termometro sento di dire che per noi la temperatura è molto molto buona, c’è voglia di libertà, c’è voglia di cambiamento. La nostra squadra è nuova, unita, capace, onesta. L’altra squadra andate a vederla da voi, per confrontarla con la nostra; abbiamo tutte le carte in regola per fare le cose per bene”.

In queste due settimane che restano fino al ballottaggio, Gerardo Stefanelli e la sua coalizione continueranno la propria campagna elettorale in mezzo alla gente, per parlare con i cittadini e chiedere di confermare la fiducia accordata nel primo turno e provare a convincere chi nel primo turno non ha votato o ha votato per altre coalizioni.

di Enrico Duratorre

 

le3cshop.com