A Terracina il primo convegno sull’onoterapia

ATTUALITA’: Tutto pronto per il Convegno “Doctor Asino. Interventi assistiti con gli animali (IAA)”, organizzato daal’Associazione di Promozione Sociale Demetra

Il benessere psicofisico, l’ambiente naturale come suo supporto determinante, il sentirsi parte di un ecosistema di cui prendersi cura per preservare un concetto di salute più ampio, saranno alcuni dei temi che emergeranno durante il convegno che si terrà a Terracina, il 29 aprile, presso l’Hotel Mediterraneo in Via Veneto 2, dalle 9:00 alle 16:30.

L’asino del titolo, in realtà, rimanda alla pratica dell’onoterapia, un’attività terapeutica di supporto alla medicina e alla psicoterapia, fondata sulle caratteristiche connaturate a questo animale. La mitezza, la ricerca del contatto affettuoso, la sviluppata intelligenza, la morbidezza al tatto, l’andamento lento e monotono rendono l’asino particolarmente adatto a facilitare progetti di sostegno terapeutico rivolti a bambini ed anziani, audiolesi e non vedenti, malati psichiatrici, così come ipertesi e cardiopatici, persone con disturbi di personalità, fino al trattamento dei disturbi alimentari, del sonno, del bullismo e della dissociazione sociale.

Al fine di potersi avvalere di questo tipo di intervento terapeutico, l’associazione Demetra di Terracina, promotrice del convegno,sta lavorando alla costituzione di un Centro Socio-Sanitario, all’interno del quale sono previsti una serie di servizi sociali innovativi che passano attraverso la guida e la supervisione di personale specialistico, ma che si fondano principalmente sulla relazione tra l’essere umano, l’ambiente e gli animali che in esso vivono.

Ed è proprio in virtù di questa fondamentale relazione e del suo vitale equilibrio, che nel corso della mattinata verrà presentato, a cura degli architetti Alessio Fiorini e Roberto D’amico e dell’ingegnere Giuseppe Masci, il progetto di bioedilizia su cui si fonderà l’intera struttura. Il Centro, che prenderà il nome di “La Valle del benessere”, sarà infatti attivo nella cura e passivo nei consumi, una struttura eco-sostenibile a bassissimo impatto ambientale, costruito con materiali naturali e anallergici (prevalentemente legno e paglia), privilegiando quelli di reperimento sul territorio e a costo zero, andrà a valorizzare le maestranze locali e prevederà anche una parte di interventi di autocostruzione. Circondato da circa 9000 mq di terreno, ospiterà una molteplicità di spazi dedicati a diverse terapie e attività e sarà in grado di offrire un servizio di residenzialità grazie alla presenza di alloggi e ristorazione.

“Gestire le risorse, scegliere i materiali, ottimizzare le energie, organizzare lo spazio, prestare attenzione ai veri bisogni della società attuale, mantenendo la preoccupazione per quelle future, è impegno urgente e non cancellabile, al quale la cultura progettuale è tenuta ad adeguarsi”, scriveva così Ugo Sasso, pioniere della bio-architettura, e le sue parole, profetiche, risultano tutt’oggi quanto mai attuali e necessarie là dove si vada a concepire una spazio di vita che sia di risposta a bisogni ed esigenze profonde.

Il Convegno moderato dalla prof.ssa Paola Mitrano, sarà aperto dal saluto di benvenuto del Presidente Pino Corna di Demetra, a cui seguiranno gli interventi di Nicoletta Angelini, Responsabile Nazionale ASI – Settore Formazione SocioSanitaria, Sabrina Gasbarri e Claudio De Cato, rispettivamente Membro della Segreteria Scientifica e Responsabile della Segretaria Organizzativa ASI, Guido Dolci, Presidente della cooperativa sociale “el Nath”, centro integrato di associazioni e professionisti impegnati in interventi di terapia, educazione e attività con gli animali e infine l’intervento di Nunzia Terranova, coaudiatore dell’asino e terapista della riabilitazione equestre.

Nella sessione pomeridiana sarà inoltre possibile visitare la fattoria didattica Isola World che, con generosa disponibilità, accoglierà tutti i partecipanti interessati a una dimostrazione pratica di intervento.”

Comunicato Stampa

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo