Tesi di laurea presso l’aula consiliare del Comune di Fondi: informazioni e regole generali

Le3cshop

Si è tenuta oggi la prima discussione di tesi di laurea, con conseguente proclamazione, presso l’aula consiliare del Comune di Fondi “Luigi Einaudi”.

Tale pratica, possibile in molti comuni italiani da quando gli atenei hanno attivato la modalità telematica per ovviare alle restrizioni epidemiologiche, è stata regolamentata con delibera di giunta 330 del 26 ottobre 2021. 

Ad inaugurare il nuovo servizio è stata questa mattina la giovane Isabella Quadrino che ha discusso una tesi in osteopatia intitolata “Effetti nel trattamento osteopatico nei pazienti affetti da fibromalgia”. 

Alla neolaureata vanno, da parte del sindaco di Fondi Beniamino Maschietto e dell’intera amministrazione, i migliori auguri per un futuro professionale ricco di successi e soddisfazioni. 

Si ricorda ai laureandi che volessero usufruire dell’aula consiliare che, ai fini della calendarizzazione e compatibilmente con gli impegni istituzionali dell’Ente, la richiesta di utilizzo della sala dovrà pervenire all’ufficio comunale competente, con un anticipo di almeno 15 giorni prima della data della seduta di laurea. In caso di concomitanza di richieste per il medesimo giorno, verrà data priorità alla domanda pervenuta per prima al protocollo dell’Ente.

Il modulo è disponibile sul sito del Comune di Fondi e, una volta compilato, può essere consegnato a mano in portineria o via pec comune.fondi@pecaziendale.it all’attenzione della segreteria del sindaco.

Modulistica

Il modulo da scaricare, compilare e consegnare in Comune. 

Regole generali

  • al laureando richiedente verrà messa a disposizione la rete internet dell’Ente e potrà D.G N. 330 del 26-10-2021 2/5 utilizzare dispositivi informatici di proprietà, ed è obbligatorio condividere anticipatamente con l’Ente una prova tecnica;
  • all’interno della sala, per ovvie ragioni di sicurezza sanitaria, si dovranno svolgere solo la discussione della tesi e la conseguente proclamazione e non potranno invece svolgersi festeggiamenti e/o rinfreschi e non ci si potrà intrattenere oltre il tempo necessario;
  • il laureando dovrà esonerare l’amministrazione da ogni responsabilità derivante da eventuali incidenti o disservizi che compromettano l’ottimale svolgimento della discussione della tesi di laurea e/o della proclamazione (a mero titolo esemplificativo ma non esaustivo: interruzione/malfunzionamento);
  • tutte le condizioni sopra indicati dovranno essere contenute in una dichiarazione sottoscritta dal richiedente laureando al momento della concessione dell’utilizzo della sala;
  • la possibilità di utilizzare la sala consiliare sarà garantita per tutto il perdurare dello stato emergenziale e, comunque, sino alla ripresa ordinaria e tradizionale di tali cerimonie presso le sedi dei singoli Atenei;