Viabilità ex Stazione: l’appello di Difendi Gaeta. Appello al sindaco che “non sapeva”

Vista la situazione che si è venuta a creare nell’area del parcheggio dell’ex stazione di Gaeta in seguito alla sua svendita a privati, del quale in modo sorprendente il sindaco diceva di non sapere niente, aggravatosi con l’attuale confisca per motivi cautelari, chiediamo intanto al primo cittadino in qualità di autorità locale competente di intervenire subito e riaprire per la sicurezza pubblica la corsia che fino a poco fa permetteva a chiunque di transitare dalla zona di via del Piano ed immettersi transitando sul lato di via Garibaldi per accedere liberamente su Piazza Mazzini.

A causa della chiusura di questo tratto finora a scorrimento libero la situazione è diventata di una gravità assoluta, cosa che mai sarebbe dovuta accadere poiché il piazzale precedentemente patrimonio delle Ferrovie è praticamente da sempre appartenuto all’uso della comunità locale per servire la sua mobilità in un punto strategico della città. Tutto ciò sta causando un enorme danno alle attività commerciali locali con conseguenti rischi occupazionali, ha reso meno raggiungibili plessi abitativi di più quartieri e arrecato un danno morale a tutta la cittadinanza ulteriormente umiliata da semplici transenne occludenti ogni passaggio che sembrano più una ripicca contro di essa da parte dell’attuale proprietà. Chiediamo fermamente che quell’ampio spazio ritorni invece a svolgere le sue storiche funzioni per tutti gli abitanti di Gaeta.

In assenza di risposte concrete da parte del Sindaco, consapevoli dell’inefficacia del consiglio comunale e delle presunte opposizioni rappresentate al suo interno, provvederemo ad attivarci in altro modo per far ripristinare quanto qui rivendichiamo.

Partito Comunista – Sezione “Mariano Mandolesi” – Gaeta

“Difendi Gaeta” – Assemblea popolare permanente.