Viabilità insostenibile a Formia, Azione presenta un’interrogazione parlamentare

Basta con le storie e le leggende della Pedemontana! Azione vuol vedere chiaro sulla ormai fantomatica strada Pedemontana, unica arteria viaria di collegamento tra la fascia costiera del Lazio meridionale e la Campania che bypassa il tratto nel Comune di Formia e si pone anche sulla dorsale adriatica verso la Ciociaria, su Cassino (laddove si raddoppierà l’attuale superstrada). La Litoranea di via Unità d’Italia nel Comune di Formia è ormai palesemente poco sicura, stretta ad imbuto soprattutto per il traffico da e per il Porto di Gaeta, nonché da e per il MOF di Fondi. Queste le motivazioni che hanno spinto Azione a chiedere al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, attraverso un’interrogazione parlamentare presentata dall’Onorevole Angiola, lo stato dell’arte del progetto. È importante ricordare che è stato presentato un ordine del giorno della Commissione delle Politiche per il Turismo alla Conferenza Stato Regione sul riconoscimento della nautica da diporto come segmento turistico per avviare azioni di sostegno, valorizzazione e promozione del Turismo nautico in Italia. Gaeta e Formia hanno le carte in regola per fruire di questo sostegno considerato il notevole valore economico dell’attività portuale. Attualmente è impossibile coniugare il concetto
di sostenibilità con il traffico turistico della stagione estiva lungo il litorale tra Minturno e Fondi a causa dei continui ingorghi e del Porto di Formia che fa da “tappo”, essendo il punto fondamentale di collegamento con le Isole di Ventotene e Ponza. Per questo motivo nell’interrogazione di Azione “viene riaffermato che gli investimenti in infrastrutture stradali, e nelle opere pubbliche in generale, rappresentano un volano di primaria importanza per lo sviluppo economico di un Paese. Le risorse impiegate per tali finalità, anche per le piccole opere, sono in grado di generare un moltiplicatore
elevato di crescita, di creare occupazione e benessere per le comunità che beneficiano della realizzazione degli interventi”.
Di seguito le motivazioni che hanno portato a formulare l’interrogazione:

  • la Tangenziale di Formia rappresenta un progetto stradale travagliato ed atteso da decenni,
    oltreché indispensabile per collegare il sud della provincia di Latina con il resto del Paese e favorirne
    lo sviluppo. Storicamente, infatti, la città di Formia ha avuto il problema infrastrutturale di avere
    due sole vie di transito per il suo attraversamento;
  • la mancata realizzazione dell’opera, e dunque l’assenza di una viabilità in sicurezza, produce
    significativi effetti negativi anche sul Porto commerciale di Gaeta, secondo del Lazio, che movimenta
    circa 2.5 milioni di tonnellate di merci l’anno, ingenerando un vero e proprio blocco al suo sviluppo
    economico. A conferma della rilevanza dell’opera, la Pedemontana di Formia è stata altresì inserita
    tra le opere prioritarie e strategiche della Regione Lazio;
  • già nel 2004 il Consiglio di Amministrazione di Anas, nella seduta del 3 giugno, aveva dato il via
    libera al progetto preliminare e allo studio di impatto ambientale sulla Pedemontana, fissando a
    2.190 giorni – circa 6 anni – il tempo per l’esecuzione dell’infrastruttura che l’allora Presidente,
    Vincenzo Pozzi, aveva definito come opera con “valenza europea”.
  • il 22 novembre scorso Anas, dopo numerose sollecitazioni, ha trasmesso al Consiglio Superiore dei
    Lavori Pubblici il nuovo progetto di fattibilità tecnico-economica, prevedendo una spesa di circa 335
    milioni di euro, su cui sia il Comune di Formia che la Provincia di Latina dovranno esprimere un
    parere;
  • in sede di approvazione definitiva della legge 30 dicembre 2021, n. 234 (Legge di Bilancio per il
    2022), durante la seduta n. 622 del 29 dicembre 2021, il Governo ha accolto l’ordine del giorno
    9/3424/281, assumendo pertanto l’impegno di valutare l’opportunità di reperire le somme
    mancanti alla realizzazione completa della strada statale 7 Variante Appia “Pedemontana” e
    nominare un Commissario per la rapida realizzazione dell’opera”.
    Azione chiede, quindi, di conoscere a che punto sia l’iter di progettazione del tracciato, soprattutto
    alla luce della trasmissione del Progetto di Fattibilità da parte di ANAS, e come lo stesso si articoli
    concretamente; Se, alla luce della precisa individuazione dell’ammontare delle risorse necessarie, il
    tracciato sia stato finanziato e quali siano i tempi effettivi di realizzazione dello stesso.
    “Si tratta di un’opera che è in grado di cambiare la storia di un territorio e della sua gente, di
    produrre sviluppo, occupazione e reddito, per non parlare degli indiscutibili effetti sulla qualità
    della vita di centinaia di migliaia di persone. Ci stiamo attivando e ci attiveremo in tutti i modi
    possibili” ha dichiarato l’Onorevole Nunzio Angiola di Azione.
    Provincia di Latina in Azione