Vitalizi, Petrangolini: intervenire contro storture e privilegi

“Trovo molto utile che – approfittando dell’estate – alcuni giornali abbiano riaperto la questione degli eccessi nei vitalizi regionali, specie del Lazio.

Sono d’accordo con il presidente Zingaretti: da un lato, bisogna salvaguardare alcuni diritti acquisiti, ma dall’altro è necessario intervenire su tutte le storture e i privilegi introdotti negli anni che non sono compatibili, sul piano etico ed economico, con l’attuale contesto sociale. In molti casi basterebbe adeguarsi alle regioni più virtuose”. A prendere posizione sul proprio sito, dopo gli articoli di questi giorni, è Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio, da tempo impegnata sul fronte della lotta ai privilegi e per la trasparenza.

“Come hanno già fatto altri, per esempio l’Emilia Romagna – conclude Petrangolini – si può intervenire facilmente sul divieto di cumulo tra vitalizi e sull’innalzamento dell’età dai 50 attuali ai 65 anni. Poi c’è l’accorpamento della diaria nel calcolo dell’assegno vitalizio, cosa che non esiste in altre Regioni. Insomma, nessuno vuole intaccare diritti, ma forse è arrivato il momento che anche gli ex consiglieri diano una mano per ridurre i costi della politica”.

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo