Castelforte: L’ex Sindaco Giancarlo Cardillo, dopo essersi arroccato per cinque lunghi anni nel suo bunker all’interno del Palazzo Comunale e non essere riuscito, per tutto il mandato, ad instaurare nessuna collaborazione con i Comuni del territorio, solo adesso si ricorda che, invece, esiste la possibilità di costruire alleanze, collaborazioni e scambi con gli altri Comuni.

L’ex Sindaco Giancarlo Cardillo, dopo essersi arroccato per cinque lunghi anni nel suo bunker
all’interno del Palazzo Comunale e non essere riuscito, per tutto il mandato, ad instaurare nessuna
collaborazione con i Comuni del territorio, solo adesso si ricorda che, invece, esiste la possibilità di
costruire alleanze, collaborazioni e scambi con gli altri Comuni.

L’ex Sindaco Giancarlo Cardillo, dopo essersi arroccato per cinque lunghi anni nel suo bunker
all’interno del Palazzo Comunale e non essere riuscito, per tutto il mandato, ad instaurare nessuna
collaborazione con i Comuni del territorio, solo adesso si ricorda che, invece, esiste la possibilità di
costruire alleanze, collaborazioni e scambi con gli altri Comuni.

L’ex Sindaco Giancarlo Cardillo, dopo essersi arroccato per cinque lunghi anni nel suo bunker
all’interno del Palazzo Comunale e non essere riuscito, per tutto il mandato, ad instaurare nessuna
collaborazione con i Comuni del territorio, solo adesso si ricorda che, invece, esiste la possibilità di
costruire alleanze, collaborazioni e scambi con gli altri Comuni. Se era ed è così importante come
cerca di fare credere perché, per cinque anni, non ha fatto nulla in merito? E’ uno dei misteri della
sua Amministrazione Comunale. Da parte nostra, invece, abbiamo già posto in essere iniziative
concrete e proseguiremo spediti in questa direzione. Lo faremo con determinazione e nella
convinzione che il territorio va molto oltre Castelforte e Santi Cosma e Damiano. L’idea di una
Città del Golfo, infatti, viene da lontano ed è destinata, a nostro parere, a trovare molto più credito e
molto più senso in una logica territoriale di comprensorio integrato.
Merita un passaggio, invece, quella sottile iniezione di veleno che cerca di diffondere rispetto alla
pluralità di voci con la quale la nostra squadra lavora. Questa Amministrazione Comunale e lo
abbiamo detto a chiare note in campagna elettorale, è come una squadra e ognuno, nella
formazione, gioca con il suo ruolo e tutti sono capaci e debbono interpretare la propria funzione
nell’interesse del bene comune. Non c’è un uomo solo al comando. Questa concezione appartiene a
chi ritiene di essere il “capo assoluto, l’unico e magari ritenersi indispensabile”. Noi crediamo in
una democrazia vera, dove nessuno è annullato o ridotto al silenzio. Per entrare nello specifico,
l’intervento del Presidente del Consiglio Alessio Fusco, proprio in merito alla questione della
collaborazione con i Comuni del territorio è assolutamente logica e pertinente in quanto
l’argomento è di stretta competenza proprio del Consiglio Comunale che l’organo deputato a
decidere in merito.
Ridurre ogni cosa a quelle di forme di politica del passato è tipico di chi, come Cardillo, è rimasto
profondamente ancorato a logiche antiche. Forse è arrivato il momento di aprire gli occhi e guardare
oltre se stessi scoprendo che il mondo è cambiato e che questo cambiamento va governato con tutte
le forze e il coraggio che ciascuno può mettere in campo. La nostra squadra governerà questo
territorio con umiltà e senso della misura, con coraggio e con la collaborazione di tutti, nessuno
escluso.