Aprilia: Maltrattamenti in famiglia, arrestato 42enne. Ieri l’incontro tra l’Arma e i Comitati di quartiere

Giovedì 30 novembre, i Carabinieri di Aprilia hanno rintracciato nel Comune di Ardea (Roma) un 42enne, residente a Pomezia, provvedendo a notificargli un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Latina per l’espiazione della pena detentiva di quattro anni e sei mesi.
Pena che l’uomo deve scontare in carcere per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali commessi nel Comune di Aprilia nel mese di dicembre 2021. L’arrestato è stato trasferito, così come disposto dall’A.G., presso la Casa Circondariale di Latina.

Sempre ieri, nella sede del Reparto Territoriale di Aprilia, si è svolto l’annuale incontro con i Presidenti di alcuni dei comitati di quartiere del Comune di Aprilia. L’incontro ha fornito l’occasione per ascoltare spunti, riflessioni e raccogliere indicazioni che permettano ai militari di svolgere al meglio le attività di prevenzione ed intervento sulla questione sicurezza, degrado e criminalità, al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dei cittadini.

La riunione è stato il giusto momento per rappresentare agli intervenuti come il personale dell’Arma impegnato sul territorio è costantemente a disposizione non solo nei momenti di manifesta emergenza, ma anche per l’individuazione di sacche di disagio celate in ogni strato della società, rammentando a tutti come i Comandi rappresentano un costante luogo di ascolto e assistenza verso chiunque ne abbia bisogno.

È dunque apparso utile ricordare come il personale dell’Arma sia pronto all’ascolto di problematiche afferenti tutte le segnalazioni di fenomeni delinquenziali che colpiscono le categorie più fragili, dalle violenze di genere alle truffe agli anziani, ricordando a tutti le prossime iniziative di conferenze già programmate nelle scuole, di ogni ordine e grado, nel ciclo di incontri “Formazione della Cultura della Legalità”, e quelle a favore della comunità degli anziani per fornire strumenti utili ad individuare i tentativi di truffa cui sono vittima.
Non meno rilevante l’invito a segnare o a far segnalare situazioni di disagio familiare o episodi di violenza sviluppati nelle mura domestiche, ricordando come nella sede del Reparto Territoriale di Aprilia sia presente una stanza per l’ascolto dedicata alle vittime di violenza.

Pubblicità