Basket B: La Virtus Cassino al lavoro per preparare la nuova stagione 2022/23

Clicca e scopri i prodotti in vendità

Anno nuovo, vita rossoblù nuova.

È partita la nuova stagione in casa Virtus Cassino.
Dallo scorso 26 agosto (dopo che il 25 c’era stao il ritrovo e le consuete visite mediche di
idoneità, ndr) si suda e si lavora, si lavora e si suda agli ordini del nuovo di zecca, staff
tecnico, e agli ordini del preparatore atletico.
Tutti ma proprio tutti i nuovi virtussini a disposizione del neo coach cassinate, Roberto
Russo, i vecchi (pochi in verità, ndr) ed i giovanissimi del settore giovanile rossoblù promossi
all’uopo dal nuovo capo allenatore dei benedettini a fare da contorno e ad imparare da
atleti sicuramente più blasonati.
Si lavora al PalaVirtus di Cassino e sulla pista di atletica leggera dell’adiacente Campo Salveti,
quello del calcio per intenderci, grazie alla preziosa collaborazione della dirigenza del
Cassino Calcio, coordinata dal presidente e componente del consiglio di amministrazione
rossoblù, Nicandro Rossi, e del CUS Cassino, rappresentato da Carmine Calce, presidente del
centro universitario, nonché anche lui consigliere di amministrazione del nuovo corso
cassinate targato Banca Popolare del Cassinate. Si lavora in maniera indefessa, senza fiatare,
consci che l’anno che verrà, parafrasando Lucio Dalla, sarà l’anno X del nuovo corso.
Tanti volti nuovi, tanti giovani speranze, tanti giovani e affermati talenti, sbuffano in silenzio
e lavorano in silenzio. In palestra risuona solo la voce stentorea di coach Russo, ed è forse
così che le cose dovevano essere dopo la parentesi infausta dello scorso anno sportivo,
quello da cancellare dagli annali virtussini.
Tutti in silenzio, come pure in Società. Traspare fiducia? Non è dato sapere nessuno vuole
parlare, il motto? Uno solo “Poche chiacchiere, solo fatti”.
Con questo refrain ci si accinge a virare la boa della prima settimana lavorativa all’ombra
dell’Abbazia, quella che se uno di Cassino non la vede non si sente a casa propria.
E coach Russo assieme al cassinate DOC, suo assistente, Gianluca De Rosa sa far leva sullo
spirito di sacrificio di questa banda di ragazzi capitanati dallo storico Mike Teghini, quello
che quest’anno batterà tutti i record di presenza in maglia rossoblù.

Mai nessuno come lui. Terza stagione consecutiva in maglia cassinate e altre se ne
aspettano i tifosi, tale la serietà e l’attaccamento ai colori della città Martire.
Ma in palestra spiccano i nuovi, quel Flavio Gay arrivato a Cassino finalmente dopo che nella
stagione 2017-18 era stato vicinissimo a vestire i colori della Virtus. Gli fu preferito dallo
staff tecnico dell’epoca un altro atleta e lui andò a fare le sue fortune altrove specialmente
in terra sicula. Adesso è qui e la dirigenza se lo coccola con premura, segno dei tempi che
cambiano… ca va sans dire.
La Virtus Cassino si appresta alla prima stagionale che si disputerà sabato 3 settembre p.v. in
quel di Latina. Sarà l’occasione per valutare i nuovi e per vedere l’effetto che fa di affrontare
una bella compagine di serie superiore. Gli uomini di Russo, infatti, incroceranno le armi in
uno scrimmage ormai consuetudinario con la compagine cara al cavalier Benacquista.
Si giocherà nel pomeriggio, alle ore 18:00, al PalaBianchini.
La Virtus replicherà quindi all’inizio della prossima settimana con un altro confronto
particolarmente suggestivo, che evocherà nelle menti dei tifosi virtussini gesta eroiche di
qualche tempo fa. Teghini e compagni, difatti, saranno protagonisti martedì prossimo alle
ore 17.30 sul parquet di San Severo, e dolci ricordi saranno ad affollare la mente dei
sostenitori del lupo cassinate.
San Severo adesso è una compagine di tutto rispetto e milita al piano superiore con merito e
soprattutto con grande raziocinio.

tt


Poi il primo impegno ufficiale per i ragazzi di coach Russo, ed anche qui saranno suggestioni
a gogò. Infatti la sfida del 10 settembre sarà la prima della Supercoppa LNP e si giocherà in
casa degli universitari della LUISS Roma. Impegno difficilissimo e, dunque, ufficiale da dentro
o fuori, chi vince avanza di diritto al secondo turno, chi perde si lecca le ferite e si prenota
per altri scrimmage amichevoli.
Il programma è fitto e pronto in casa rossoblù, conta solo aspettare i primi verdetti che non
tarderanno ad arrivare.
Sul fronte societario c’è da registrare un moderato ottimismo che filtra dalle stanze di Via
Tommaso Piano. Ma è oggettivamente presto per valutare la reale forza della compagine
nuova di zecca allestita durante la scorsa estate dal coach e dal DS Alberto Manzari.
Chi vivrà vedrà. Adesso è nuovamente tempo di sfide per i colori rossoblù.

Pubblicità

https://www.instagram.com/p/Cj-a3_4I589/