Bassiano (LT): Ginevra di Marco in concerto domenica 18 agosto

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Appuntamento da non perdere domenica 18 agosto a Bassiano. Presso il Parco Achille Salvagni – Villaggio dell’Utopia si esibirà per la prima volta Ginevra di Marco, fiorentina, classe 1970, una della migliori interpreti della musica folk italiana. Il concerto, che si terrà a partire dalle ore 22, rientra ne “Le Notti dell’Utopia”, il cartellone degli eventi organizzati dalla Società Cooperativa Sociale Utopia 2000 Onlus.

La data di Bassiano rappresenta di fatto l’unico concerto dell’artista toscana nel Lazio, nell’ambito del tour 2013 iniziato i primi di luglio e che ha previsto ben 19 date in tutt’Italia.

Gli esordi di Ginevra di Marco risalgono ai primi anni Novanta, quando canta nel gruppo degli ESP, di cui fa parte anche Orla (in seguito chitarrista della Bandabardò). Ma il successo arriva nel 1993 quando partecipa come ospite nel disco Ko de mondo dei CSI. Le sue qualità vocali la fanno subito notare, e già dal seguente disco In quiete, registrato dal vivo, la si può considerare prima voce al fianco di Giovanni Lindo Ferretti, cantante del gruppo.

Nel frattempo, dal 1999, avvia una parallela carriera solista con la collaborazione di Francesco Magnelli, anch’egli componente dei CSI, nonché compagno di vita. L’album, concluso nello stesso 1999, è una produzione insolita, che vede Ginevra rimusicare dal vivo le immagini del film muto Il fantasma dell’opera del 1920 (con Lon Chaney). Sempre nel 1999 avvia varie collaborazioni, in primo luogo con Max Gazzè e Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, che si esplicitano nell’album Trama tenue.

Nel 2001, allo scioglimento dei CSI, Ginevra continua la collaborazione con i componenti del gruppo attraverso il nuovo progetto PGR. Nella nuova band, Ginevra cura personalmente molte delle linee melodiche dei testi scritti da Ferretti. Come lui stesso ammette, la voce di Ginevra è di gran lunga musicalmente più educata, e pertanto egli stesso inizia a comporre testi pensati maggiormente per la voce di lei.

Nel 2004, assieme a Magnelli, lascia i PGR per seguire altre direzioni, proseguendo la sua carriera solista con Disincanto (2005) e Stazioni lunari prende terra a Puerto Libre (2006) con il quale inizia la sua ricerca fra i canti dal margine della Storia, un mondo profondo e dimenticato, ripreso anche nell’album Donna Ginevra (2009): il percorso artistico solca Romania, Ungheria, Grecia, ma racconta anche i Balcani, gli Slavi, i Rom, il Portogallo, la Bretagna, il Messico, il Cile, gli italiani del Sud e quelli di Toscana. Si tratta di arrangiamenti e rivisitazioni (realizzati con il fondamentale apporto di Francesco Magnelli) volti a coinvolgere il pubblico con il calore ed il sapore delle feste di paese, delle danze, della musica cantata con l’appassionata partecipazione dal pubblico.

Nel 2011 la cantante presenta due lavori, di cui soltanto il primo discografico: Canti, richiami d’amore nasce da un’esperienza live, ovvero il concerto di Natale 2010 presso la basilica di Santa Croce con cui la città di Firenze ha voluto omaggiare la cittadinanza. Il disco è una registrazione studio in presa diretta di quest’esperienza e rappresenta un excursus tra la canzone d’autore e quella popolare; brani tratti dal cantautorato italiano di qualità e dalla secolare produzione delle varie regioni d’Italia, scelti per significato evocativo e morale; canzoni legate all’anima e alla sfera più intimista, spirituale, volte alla ricerca delle tematiche più importanti (la difesa dei più deboli, l’amore, la felicità). Il secondo lavoro, L’anima della terra vista dalle stelle, è invece un film documentario – con annesso libro-diario – edito da Funambulo-Aliberti e realizzato insieme a Margherita Hack, per la regia di Andrea Salvadori. La pubblicazione è stata liberamente tratta dall’omonimo spettacolo, diretto da Francesco Magnelli.

L’ultimo album è recentissimo, Stelle – dal vivo, ed è stato realizzato quest’anno: un live acustico che ha visto in scena insieme a Ginevra di Marco anche la grande e compianta astrofisica.

Il tour 2013 di Ginevra di Marco si chiuderà con il primo raduno dei fans organizzato dall’artista, che si svolgerà il 6 settembre a Montestigliano (SI).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.