BILANCIO LAZIO. CONSIGLIO APPROVA RENDICONTO REGIONE 2012

Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Daniele Leodori (Pd), ha approvato, con 35 voti a favore, 7 contrari e un astenuto, il rendiconto generale 2012 della Regione Lazio (proposta di legge regionale n. 105). Approvato anche il conto consuntivo del Consiglio per l’esercizio 2012 (proposta di deliberazione consiliare n. 17). Presente il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti , l’Aula ha approvato anche il “Documento di economia e finanza regionale 2014-2016” (pdc n. 22).

La seduta è stata sospesa alle 16,45 e aggiornata a domani, domenica 22 dicembre, per iniziare l’esame della legge di stabilità regionale 2014 (pl n. 106) e del bilancio di previsione 2014-2016 (pl n. 107), oltre che del bilancio del Consiglio. Prima della sospensione, il presidente Leodori ha comunicato all’Aula quanto stabilito dalla conferenza dei capigruppo sul calendario dei lavori per i prossimi giorni. Domani, domenica 22, seduta dalle ore 11 fino alla conclusione della discussione generale e nuovo aggiornamento dei lavori: lunedì 23 è prevista una nuova sessione di lavoro dalle ore 11,30 alle 17. Dopo la pausa natalizia il Consiglio sarà al lavoro a partire dalle ore 12 di venerdì 27 dicembre fino all’approvazione dei provvedimenti all’ordine del giorno. Il termine per la presentazione dei subemendamenti è fissato per domani alle ore 12.

 

Per quanto riguarda i provvedimenti approvati oggi, la discussione sul rendiconto generale e sul consuntivo del Consiglio per l’esercizio 2012 è stata preceduta dalla relazione della presidente del Comitato regionale di controllo contabile, Valentina Corrado (M5S), e dalla votazione su una questione pregiudiziale di sospensiva sottoscritta da sette capigruppo. Con quest’ultima si chiedeva l’interruzione della discussione sulle proposte all’esame del Consiglio fino a quando non fossero stati nominati i revisori dei conti, così come previsto dalla legge regionale n. 4/2013, approvata lo scorso giugno in attuazione della normativa nazionale in materia di controllo e contenimento della spesa delle regioni. Tale questione sospensiva è stata respinta a maggioranza.

 

I provvedimenti approvati oggi

 

Secondo il rendiconto generale della Regione Lazio, al 31 dicembre 2012 risultavano entrate complessive accertate per 28.325 milioni di euro, spese complessive impegnate per 32.787 milioni, con un disavanzo di 4.462 milioni di euro. All’interno della contabilità regionale, il consuntivo del Consiglio per l’esercizio finanziario 2012 si presenta con 76.970.465 euro di entrate e 74.401.528 euro di uscite in termini di competenza. Sia il rendiconto generale sia il consuntivo del Consiglio per la prima volta sono stati parificati dalla Corte dei Conti, come prescritto dal decreto legge 174/2012 in materia di finanza e funzionamento degli enti territoriali. Quest’anno torna all’esame del Consiglio un atto di programmazione economica e finanziaria pluriennale. L’ultimo approvato dall’Aula è quello relativo al triennio 2009-2011. L’approvazione del nuovo documento di programmazione è un atto dovuto, in base alla più recente normativa nazionale, come ha spiegato all’Aula l’assessore al bilancio, Alessandra Sartore.

 

Con il “Documento di economia e finanza regionale 2014-2016”, nel quale peraltro si annuncia la prossima pubblicazione del Documento strategico di programmazione 2013-2018 (Dsp), si va a delineare il quadro di programmazione della Giunta Zingaretti per gli anni a venire. Partendo dall’analisi del ciclo economico attuale, caratterizzato da una caduta della domanda e da una flessione degli occupati, il documento di economia e finanza regionale individua sette macro aree d’intervento con i rispettivi indirizzi programmatici, che riguardano soprattutto il sostegno all’impresa e all’occupazione.