C REGIONALE. FORMIA: IL DERBY A TINTE GIALLO-RUBILIO

Si è colorato di giallo-rubilio il tanto atteso derby cittadino, valevole per l’ultima giornata della prima fase del campionato regionale di “C”.

Al Palafabiani di Formia infatti gli uomini di coach Andrea Conte  hanno dato saggio, ancora una volta, di cosa sono capaci di fare e di come questa compagine ha la possibilità di cogliere il risultato pieno su ogni terreno di gioco.

A farne le spese sono stati proprio, ed ancora una volta,  i malcapitati, e ambiziosi, cugini bianco azzurri caduti sotto i colpi terrificanti di un “team” coeso e ben gestito da Andrea Conte, che mantiene così l’imbattibilità casalinga dall’inizio della sua gestione e che da questo momento il fattore campo si ritiene essenziale per il prosieguo del torneo in virtù del terzo posto in classifica e  consolidato in questa prima fase svolta.

Un derby è comunque una partita storicamente a sé, dove il risultato è aperto a qualsiasi colpo di scena e la “doppietta” di quest’anno cestistico ha provato che la Fabiani è una spanna più su dei cugini per maturità e qualità tecnica dimostrata sul campo di gioco  nei due incontri disputati.

Le protagoniste di questa sfida, davanti ad un folto pubblico nonostante l’infrasettimanale, hanno dato vita ad un incontro bello e ricco di intensità dove la correttezza in campo era da padrona.

Parte bene la Fabiani con Milone in grande evidenza, ben supportato dal “folletto” D’Orta ed un “frenetico” Guastaferro che contengono e frenano le giocate di Rodriguez, Scotto e Niccolai allungando anche dieci punti avanti che solo nel finale del quarto vengono ridotte da una serie di liberi fissando il punteggio sul 24 – 21 a favore di Andrea Conte.

Il quarto successivo  non cambia l’andamento della gara, dilaga la Fabiani sotto canestro con Odone e Zamo mattatori e solo Niccolai ed un ispirato Sorrentino evitano un capitombolo sotto le bombe di D’Orta, D’Isep e di  un grande Guastaferro che riesce addirittura ad annullare un evanescente Scotto fino a questo punto della gara e non di meno l’annullamento di Rodriguez da parte di un superlativo Milone che fissano il punteggio sul 50 – 37 al riposo a favore dei propri compagni.

La ripresa del gioco vede la reazione di uno Scotto più determinato che assieme al solo Niccolai  sotto le plance ed un buon Sorrentino al tiro, riuscire ad arginare la buona serata e la grande intensità di gioco di un eterno Spada e Odone che assieme ai propri compagni  riescono a tenere a distanza i cugini e gestire il risultato fissandolo a fine gara sul punteggio di 90 – 84 a loro favore.

Unica nota stonata di un incontro corretto e ben tenuto dalla coppia arbitrale di Taddei e Salvatori di Roma, un preoccupante infortunio occorso all’argentino Rodriguez a fine gara a cui vanno i migliori auguri della società Fabiani per una sua pronta riabilitazione e ritorno sul campo.

Per la squadra di Conte, ora è tempo di non abbassare la guardia fino alla ripresa dei play-off. L’urna delle griglie di partenza le ha destinato un Alatri (6 classificata al girone A), squadra da prendere con le molle per i suoi giocatori esperti che conta nelle proprie fila, temibile in casa e di facile sorpresa anche sui campi esterni.

Per rimanere agganciati al treno delle migliori, da ora in avanti bisogna sempre vincere.

 

TABELLINI:   FABIANI FORMIA – FORMIA BK BALL   90 – 84.    (24-21; 50-37; 75-63)

FABIANI FORMIA: Iannella, Dias 2, D’Orta 14, Guastaferro 13, Spada 8, La Mura 2, Milone 21,

                                  D’Isep 8, Odone 14, Zamo 8.  All. Conte

FORMIA BK BALL: Moses 6, Di Rocco 10, Scotto 23, Polidori, Sorrentino 22, Zangrillo,

                                  Niccolai 14, Rivetti 2, Rodriguez 7, Valente. All. Di Rocco