Castelforte: Eccellente iniziativa. Tre ragazzi del posto recuperano sacchetti di rifiuti abbandonati sul territorio.

Meritano certamente un encomio i tre ragazzi che nei giorni scorsi  volontariamente si sono attivati nel recupero di sacchetti di rifiuti abbandonati sul territorio. Infatti armati di buona volontà hanno setacciato il territorio e con un Pk in loro possesso hanno recuperato un interessante quantitativo di sacchetti abbandonati. Un’iniziativa  questa che merita un premio indiscusso e qualificante, un esempio di grande amore verso il proprio territorio e dell’ambiente stesso. Un’azione del tutto volontaria che potrebbe acuire le idee dell’Amministrazione Comunale nel promuovere, ovviamente  incentivandole con somme di denaro,  squadre di disoccupati, per ripulire non soltanto l’ambiente e le strade dai sacchetti abbandonati ma anche ripulire centri storici e/o siti archeologici presenti sul territorio a volte dimenticati o nascosti da sporcizia e vegetazione. Nello stesso tempo, intensificare il controllo sui siti ormai conosciuti dove abitualmente avvengono gli sversamenti illeciti.  Perché è indecoroso e vergognoso assistere alla nascita  qua e la di discariche abusive o incontrare lungo le strade buste di rifiuti abbandonati dai solti ignoti. Insomma dall’esempio di questi ragazzi rispettivamente A.I.D.B,  S.D.C e F.D.D.T di Suio Alto, ad un vero e proprio programma  di ricognizione e di recupero del territorio. Sostanzialmente un aiuto verso chi è senza lavoro. Un impegno da parte dell’Amministrazione Comunale per sostenere anche questa versione di volontariato.  Il Sindaco G. Cardillo dopo aver appreso dai social dell’impegno dei tre giovani Castelfortesi, attraverso la pagina Facebook del Comune di Castelforte oltre che ammirare l’operato da loro svolto e sottolineare l’impegno concreto a loro volta sostenuto è intenzionato a convocarli a breve nella casa comunale per ringraziarli e per consegnare loro un attestato di stima e riconoscenza. Infine, le buste recuperate, sono state differenziate negli appositi bidoni gentilmente concessi dal Bar Doctor di Suio Paese. Onore quindi a questi ragazzi che secondo quanto appreso dai social presto ritorneranno in azione.

di Andrea Conte

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.