Cisterna: IMU sui terreni agricoli. A partire da giugno l’aliquota scende da 10,6 a 9,6 per mille.

Pubblicità

«Abbiamo rispettato un altro impegno per la nostra comunità: la riduzione dell’aliquota IMU sui terreni agricoli che dalla prossima rata di giugno scenderà dal 10,6 per mille al 9,6 per mille».
A dichiararlo sono l’assessora ai tributi Maria Innamorato e l’assessore all’agricoltura Emiliano Cerro, a seguito dell’approvazione del Bilancio di Previsione per l’anno 2024 da parte del Consiglio comunale di Cisterna.

«La riduzione dell’IMU sui terreni agricoli – hanno spiegato gli assessori Innamorato e Cerro – rappresenta un primo passo verso il ritorno all’aliquota applicata nel passato, aliquota che era stata innalzata dal Commissario straordinario nel 2021 per coprire il disavanzo del Bilancio del 2020.
Questa misura mira ad aiutare tutti coloro che sono possessori di terreni agricoli e coltivano il proprio fondo per uso familiare, ma non sono coltivatori diretti o imprenditori agricoli; questi ultimi infatti godono già dell’esenzione dal tributo.
Gli agricoltori sono già stati pesantemente colpiti da fenomeni come quello della moria del kiwi che ha causato ingenti danni alle coltivazioni, dove il kiwi è un pilastro per l’economia della nostra comunità».

«Ci impegneremo per creare le condizioni di bilancio idonee a permettere di ridurre ancora, seppur con gradualità, l’aliquota IMU sui questi terreni e riportarla gradualmente a quella del passato – hanno concluso gli assessori Innamorato e Cerro –. Il nostro Bilancio 2024 risente pesantemente dell’attuale situazione economica, che impone prudenza e oculatezza nelle scelte, ma continueremo a lavorare per distribuire il carico fiscale tra i vari contribuenti in ragione della capacità contributiva di ogni singolo cittadino».

Le3cshop.com