Cori: LA PITTURA DEL PRIMO SEICENTO SUI DUE VERSANTI DEI MONTI LEPINI

Il Paese delle meraviglie a Minturno


«Storia ed arte in età medievale e moderna». Verrà inaugurato ufficialmente sabato 18 gennaio 2014, alle ore 16.30, presso il Complesso Monumentale di Sant’Oliva, il primo ciclo di conferenze del nuovo anno del Museo della Città e del Territorio di Cori, frutto della collaborazione tra Direzione scientifica del museo, Associazione culturale «Arcadia», «Sapienza» – Università di Roma e patrocinata dal Comune di Cori. Validi sodalizi che già in passato hanno portato alla pubblicazione di importanti lavori scientifici di alto rilievo e di respiro internazionale.

Un calendario di appuntamenti che coinvolgerà relatori noti al mondo accademico per i loro importanti contributi ed istituti culturali di grande prestigio per approfondire temi rilevanti della storia locale. «La pittura del primo Seicento sui due versanti dei Monti Lepini» è la prima conferenza di domani pomeriggio a cura di Luca Calenne – Archivio Storico «Innocenzo III» di Segni. Il 22 febbraio Anna Esposito, professore associato di Storia medievale presso l’Università di Roma –  «Sapienza», terrà un convegno su «Il cardinale Guillaume d’Estouteville, un principe del rinascimento». Il 22 marzo Pio Francesco Pistilli, professore associato di Storia dell’Arte Medievale presso la Facoltà di Scienze Umanistiche della «Sapienza», chiuderà il ciclo di incontri con il seminario «Cori nel Medioevo: storia sociale dell’arte in un centro della Marittima».

Un impegno che si allinea con la mission e con il costante programma di attività proposte dal Museo della Città e del Territorio di Cori, condivise e sostenute dall’Associazione Culturale «Arcadia» e dall’Amministrazione comunale – Assessorato alla Cultura – rivolte da un lato alla ricerca, conservazione e salvaguardia del patrimonio culturale e dall’altro alla valorizzazione e divulgazione delle raccolte, che stimolano a loro volta nuove ricerche e innescano nuove prospettive di studio.

le3cshop.com