Eccellenza: il Gaeta si prende il primo derby stagionale, 4-2 al Minturno

  Gaeta-Minturno20150906164015©LDAngelo_01 MONTE SAN BIAGIO – Si chiude con un pirotecnico 4-2 il posticipo della prima giornata del nuovo campionato d’Eccellenza, il Gaeta vince il derby con il Minturno sfoderando tra le mura “amiche” del Comunale di Monte San Biagio un’ottima prestazione, comandando il gioco per quasi tutta la durata dell’incontro. Tanti i nuovi acquisti da una parte e dall’altra per due squadre che venivano da una stagione terminata dalla parte opposta della classifica (sesto il Gaeta, dodicesimo il Minturno) e con venti punti di distanza l’una dall’altra ci si aspettava di certo che a fare la partita fosse la squadra di casa, con il Minturno pronto a ripartire sfruttando il pressing a tutto campo. Ed in effetti lo svolgimento dei primi minuti di gara hanno risposto alle aspettative di tutti, con i ragazzi di Melchionna che già al 6′ hanno messo paura agli avversari con una conclusione di Fanelli che seppur spentasi ampiamente allaGaeta-Minturno20150906172909©LDAngelo destra della porta difesa da Daniele Cenerelli è stato lo squillo di tromba che ha evidenziato la supremazia territoriale degli uomini in biancorosso. Ma gli uomini di Pernice non si sono mai dati per vinti e all’11’, come spesso accade nel c
alcio, arriva la svolta: lancio a tagliare il campo da sinistra a destra per l’inserimento di Stefano Cenerelli che spizza di testa e mette al centro, Venerelli viene messo giù da Bellucci, per l’arbitro è calcio di rigore. E così, mentre Bellucci viene ammonito, Venerelli spiazza testa dagli 11 metri portando avanti inaspettatamente il Minturno. Il Gaeta accusa il colpo ed una direzione di gara non proprio chiarissima di Andrea Crescenzio (sezione di Aprilia) non aiuta la squadra di casa a rischiarare le proprie idee, l’unico ad avere ancora la testa sulle spalle sembra essere proprio Melchionna, mister che al 36′, come si dice in gergo, azzecca la mossa mettendo in campo Infimo al posto di Vitale e cambia la partita: il Gaeta ha più trazione offensiva e con l’esaurisrsi della spinta di Gatti sulla propria fascia destra si propone con sempre maggior iGaeta-Minturno20150906171940©LDAngelo_03nsistenza e pericolosità dalle parti di Cenerelli che infatti viene bucato solo 3′ dopo il cambio dal colpo di testa di Longobardi che ribadisce in rete il pallone dopo un salvataggio del portiere ospite. Uno a uno, palla al centro e dopo due minuti di recupero ed un assedio all’area minturnese si chiude il primo tempo. Il secondo si apre sulla falsariga del precedente, con il Gaeta che spinge, ringalluzzito dal ritrovato pareggio e infatti bastano 4′ per riportare la partita su binari favorevoli: Neri stende Marzullo sulla sinistra, a pochi metri dall’are di rigore, tutti s iaspettano proprio la battuta a rete del numero 10 che ha letteralmente iniziato il proprio personale show in campo, invece arriva la rasoiata di Vitale che taglia tutta l’area da sinistra a destra trovando il destro al volo di Bellucci che non lascia scampo a Cenerelli, Gaeta in vantaggio e Minturno in difficoltà. Pernice prova a correre ai ripari, ma piove sul bagnato quando deve sostituire il Gaeta-Minturno20150906163254©LDAngelo_01capitano, Sica, per infortunio ed inserire Montana al 51′, altro cambio solo 6′ dopo con Tomassi al posto di Neri già ammonito, ma la palla resta saldamente tra i piedi dei giocatori di casa che trovano anche il gol del 3-1 con Guadagnuolo al 60′. A questo punto il Minturno si sbilancia, entra Martino al posto di conte trasformando il 4-2-3-1 in un 4-3-1-2 a caccia di un gol per riaprire la partita e invece subisce un contropiede da manuale guidato ancora da Guadagnuolo che aspetta fino all’ultimo istante per servire Marzullo sulla sinistra che finta di sinistro mettendo a sedere difensore e portiere e scarica di destro in porta siglando il 4-1 e mettendo la ciliegina sulla torta della sua prestazione. Il Gaeta a questo punto si siede sugli allori, convinta, al 74′, con un quarto d’ora da giocare, di aver messo in cassaforte il risultato, finendo però con subire l’assedio del Minturno nei minuti finali, subendo il gol a 10′ dalla fine di Tomassi che da breve distanza non lascia scampo a Testa. Ma non basta, perchè il Minturno riesce solo a rendere meno pesante il passivo, sbattendo contro la difesa gaetana che riesce a tenere testa fino al triplice fischio, regalando ai propri tifosi la primaGaeta-Minturno20150906171549©LDAngelo_02 vittoria stagionale in un avvio difficile visto l’obbligo a dover giocare le partite casalinghe a Monte San Biagio. Amaro il ritorno a casa invece per la brigata di Pernice che potrà quantomeno consolarsi con la consapevolezza di aver giocato una buona partita in trasferta (tallone d’achille dell’anno passato) contro una formazione di assoluto valore.

 

TABELLINO
Gaeta:
1.Testa; 2.Ciotola; 3.Zappalà; 4.Vitale G.; 5.Sebastianelli; 6.Bellucci; 7.Vitale E. (dal 36′: 16.Infimo); 8.Fanelli; 9.Longobardi; 10.Marzullo (dall’89’: 13.Lubrano); 11.Guadagnuolo (dal 77′: 15.Moretti). All: Felice Melchionna
A disposizione: 12.Raso; 14.Marciano; 17.Petronzio; 18.Petrillo

Minturno: 1.Cenerelli D.; 2.Conte (dal 65′: 18.Martino); 3.Gatti; 4.Neri (dal 57′: 16.Tomassi); 5.Sica (dal 51′: 17.Montana); 6.Aquilone; 7.Scippa; 8.Castiglione; 9.Cenerelli S.; 10.Venerelli; 11.Signore. All: Gennaro Pernice
A disposizione: 13.Mallozzi; 14.Fusciello

Reti: 12′-Venerelli (M); 39′-Longobardi (G); 49′-Bellucci (G); 60′-Guadagnuolo (G); 74′-Marzullo (G); 80′-Tomassi (M).
Ammoniti: 11′-Bellucci (G); 17′-Ciotola (G); 33′-Neri (M); 41′-Zappalà (G); 43′-Signore (G); 45′-Fanelli (G); Signore (M)