Il Festival delle Emozioni tra storie difficili e “scrittori …. per strada”

Pubblicità

Pubblicità

CULTURA: Continua il Festival delle Emozioni l’evento che sta colorando Terracina con la sua ondata di emozioni, decine di eventi, incontri, spettacoli e laboratori come quello organizzato dall’Associazione A Piccoli Passi in collaborazione con l’Associazione PerCorsi, rivolto ai più piccini per un percorso esperenziale nella natura, che si replicherà sabato (17 giugno n.d.r.).

Ma il festival è anche motivo di incontro con diverse realtà del nostro territorio e non solo.

Girovagando per il Festival, infatti, si incontrano storie difficili, ma a lieto fine, nelle quali quali si scopre che il sorriso è l’arma più potente che l’uomo ha e che gli consente di superare le priù grandi difficoltà, come racconta Sonia Notarberardino nel suo libro “Il mio sorriso … la mia forza” un messaggio di forza straordinaria di una donna straordinariamente normale che è riuscita a sconfiggere una brutta malattia senza perdere mai il sorriso.

Ma le storie del Festival delle Emozioni sono anche storie stravaganti, particolari, originali, storie che vanno ascoltate, immedesimandosi nei protagonisti, magari soffermandosi a chiacchierare con loro.

Il Festival è anche questo, un luogo magico, dove dietro un angolo, sotto un portico trovi uno “scrittore per strada” come Walter Lazzarin, che nella società dell’alta tecnoclogia gira il mondo con una macchina da scrivere meccanica, senza problemi di coorrente elettrica, regalando le sue “favole” scritte e stampate al volo, a chi si ferma incurisito dalla sua storia.

Il festival, dunque, va vissuto e assaporato lasciandosi coinvolgere dall’ondata di emozioni che avvolgerà il centro storico di Terracina fino alla prossima domenica (18 giugno n.d.r.)

di Enrico Duratorre