FORMIA – Inchiesta della Procura: due comunicati

Il Paese delle meraviglie a Minturno


– Le note vicende giudiziarie che vedono coinvolti a vario titolo alcuni dipendenti comunali non intaccano in alcun modo la funzionalità della organizzazione comunale.

Gli sviluppi delle indagini chiariranno ruoli e comportamenti di ciascuno, fermo restando che ogni provvedimento sui singoli verrà preso solo alla luce di chiari provvedimenti dell’autorità preposta.

La professionalità delle persone coinvolte sarà messa a dura prova nello svolgimento di compiti che richiedono sì comportamento trasparente e disciplina ma soprattutto serenità nello svolgimento dei servizi  verso l’utenza. Sono note a tutti le buone pratiche amministrative e non ritengo di doverle ricordare qui.

Inoltre da mesi è in corso la riorganizzazione dei settori, in totale trasparenza e secondo i criteri dettati proprio dalla legge anticorruzione che nulla hanno a che vedere con i recenti sviluppi di indagini, in corso ormai da tempo.

Questa riorganizzazione ha fatto sì che ogni Dirigente comunale abbia già modificato il proprio settore di responsabilità, seguendo l’opportuna rotazione delle responsabilità dettata dalle citate norme.

La riorganizzazione continuerà in ogni settore ed ufficio, al solo scopo di dotare l’amministrazione di servizi adeguati ai bisogni del cittadino e non saranno da mettere in relazione in alcun modo all’attività giudiziaria in corso.

Nella convinzione che lo spirito di servizio di ogni singolo dipendente comunale troverà da questo momento difficile nuovi stimoli e ragioni, opereremo in ogni modo, come fatto sino ad ora, per coadiuvare l’autorità, i cittadini e qualsiasi dipendente comunale a ritrovare la piena fiducia nella loro casa comune.

Il Delegato al Personale

Fulvio Spertini

 

 

– La vicenda giudiziaria che in questi giorni sta interessando il Comune di Formia, con il coinvolgimento di alcuni esponenti dell’amministrazione Forte e di una parte del personale comunale, è per noi fonte di grande preoccupazione e sconcerto.

Lungi da noi la tentazione di sostituirci alla magistratura e di giudicare prima di conoscere i fatti. Fino al chiarimento di tutte le situazioni individuali e collettive, l’amministrazione nel suo complesso (sindaco, giunta e gruppi consiliari di maggioranza) manterrà sulla vicenda un atteggiamento responsabile.

Tuttavia la gravità e l’ampiezza dell’inchiesta che ipotizza reati pesanti come associazione a delinquere, concussione, corruzione ed altro, rischiano di minare la legittimità delle istituzioni politiche locali dando fiato a chi, in questo momento, ha interesse a fare di tutta l’erba un fascio. Nessuno degli amministratori di maggioranza è implicato nell’inchiesta. Qualora nel prosieguo delle indagini emergessero elementi di responsabilità, nei limiti stabiliti dalla legge, non esiteremmo a trarne le dovute conseguenze. Siamo certi che dello stesso avviso siano gli esponenti dell’opposizione, anche quelli destinatari delle elezioni di domicilio. Ci aspettiamo che adottino gli atti dovuti nel caso, come finora ipotizzato, l’inchiesta provi il loro pieno coinvolgimento.

In un momento così difficile, rinnoviamo il nostro impegno nel governo della città per realizzare gli obiettivi che, meno di un anno fa, hanno portato la nuova maggioranza alla guida del Comune. E’ il modo migliore – oggi ancora di più – per essere vicini a Formia e ai suoi concittadini.

La maggioranza di centrosinistra del Comune di Formia

 

le3cshop.com