FORMIA – Sportello antiusura, arriva il finanziamento. Bartolomeo: “Alle polemiche sterili rispondiamo coi fatti”

Il sindaco Sandro Bartolomeo attraverso la delegata alla Legalità Patrizia Menanno interviene sul caso dello sportello antiusura.

“Dopo gli interventi determinanti dell’amministrazione comunale presso la Regione Lazio, è giunto il finanziamento del progetto. Alle dichiarazioni sterili e strumentali – sostiene il primo cittadino – preferiamo rispondere con i fatti. Abbiamo sempre detto che riteniamo la lotta all’usura una priorità di questa amministrazione e che ci saremmo attivati per il mantenimento dello sportello. Volendo smentire con fermezza le accuse a noi rivolte di scarsa cooperazione e comunicazione, contrariamente alla precedente amministrazione che tanto si sarebbe adoperata per la legalità (parole dell’avvocato Cardillo Cupo), intendiamo segnare una svolta. L’impegno espresso in campagna elettorale, già concretizzatosi con la nomina di un delegato ad hoc in tema di legalità, viene confermato con l’assunzione d’ora in avanti del compito di cogestire il progetto dello sportello antiusura, così come peraltro previsto dalla convenzione per fare in modo che esso possa assicurare concreti risultati”. Parte del finanziamento regionale, spiega, “sarà convogliato verso una intensiva opera di sensibilizzazione e divulgazione, puntando ad una maggior efficiacia e professionalità, con interventi di qualificazione e formazione”. “L’usura – prosegue – è un fenomeno serio e complesso, di fronte al quale non sono ammesse improvvisazioni, né strumentalizzazioni politiche: dagli ultimi dati resi noti dalla Dia emerge infatti un pericoloso e costante aumento del numero dei casi di usura nel Lazio. Per cui anche i dati forniti, ad oggi, dallo sportello “Sos Antiusura” (6-7 casi su Formia, peraltro scarsamente documentati dallo sportello) rivelano un inadeguato funzionamento del servizio che quindi va correttamente supportato”.

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo