Frosinone: Operazione “Alto Impatto” in ambito ferroviario

10.389 persone identificate, 5 persone arrestate, 11 denunciate in stato di libertà, 28  contravvenzioni amministrative elevate, di cui 13 al regolamento di Polizia Ferroviaria. Questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nella settimana che va dal 19 al 25 novembre, in ambito regionale.

In particolare, a Frosinone, personale del locale Posto di Polizia Ferroviaria ha tratto in arresto un cittadino straniero ricercato ai fini dell’estradizione in quanto condannato per traffico di stupefacenti. In particolare, il soggetto è stato sottoposto ad un controllo dagli agenti in servizio di vigilanza presso lo scalo ferroviario, dal quale é emerso che a carico dell’uomo pendeva una segnalazione di ricerca (Mandato di Arresto Europeo) inerente l’arresto ai fini estradizionali per il reato di traffico di sostanze stupefacenti. Lo straniero al termine della trattazione è stato associato nella Casa Circondariale di Frosinone.

Inoltre, sempre  a Frosinone, è stato anche arrestato, dagli agenti del Posto di Polizia Ferroviaria, un cittadino straniero per il reato di resistenza, violenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. In particolare gli operanti sono intervenuti, preventivamente allertati, a bordo di un treno partito da Roma Termini e diretto a Cassino. All’arrivo del convoglio nello scalo ferroviario di Frosinone gli agenti hanno rintracciato un soggetto che aveva aggredito, con calci e pugni, gli arredi all’interno di una carrozza, seminando il panico tra i viaggiatori presenti, aggredendo due appartenenti all’Arma dei Carabinieri, liberi dal servizio, i quali sono dovuti ricorrere alle cure mediche.

L’uomo è stato prontamente bloccato e tratto in arresto. Al termine delle formalità di rito il giudice ha convalidato l’arresto.

Pubblicità