Grandi Vele – Consegnati i premi “Il nostromo dell’anno e Il Follaro d’Oro’.

Il Paese delle meraviglie a Minturno


Incontro con le vele d’epoca nella “Perla del Tirreno” (Gaeta, 4-7 luglio 2019)

Consegnati i premi “Il nostromo dell’anno e Il Follaro d’Oro’

La seconda giornata della manifestazione “Grandi Vele” si è conclusa con la cena di gala per la consegna dei premi “Nostromo dell’anno” e “Il Follaro d’Oro” presso la splendida cornice della terrazza del Club Nautico di Gaeta.

L’evento ha visto la partecipazione delle principali Autorità civili e militari, e di tutti gli sponsor che hanno contribuito alla sua realizzazione: Smith, Miltech, Casale del Giglio, Naturamla, Bob Rock profumerie e Base Nautica Flavio Gioia.

Nel corso del Galà il Direttore marittimo del Lazio Comandante Vincenzo Leone ed Alessandro Mariani per la Miltech hanno consegnato il riconoscimento “Nostromo dell’anno” al Luogotenente capo della Capitaneria di Porto di Gaeta Michele Di Domenico.

Durante la consegna il Comandante Leone ha ricordato che «Il nostromo è una figura essenziale sia sulle imbarcazioni che nei porti. Per mare è colui che collabora con il Comandante alla gestione delle vele e della nave, mentre sulla terraferma è colui che collabora con il Comandante del porto per il buon andamento delle operazioni portuali». Il Luogotenente capo Di Domenico ritirando il premio ha ringraziato presenti ed Autorità e ribadito l’impegno nei confronti dell’Amministrazione per tutto quanto di sua competenza.

Altro importante premio istituito dal Comune di Gaeta e dai Circoli velici della Città, e assegnato ogni anno a personaggi e Istituzioni che si sono distinte nella vita sociale e nello sport è il “Follaro D’Oro”.

Si tratta di una riconiazione in oro della moneta adottata a Gaeta nel periodo Ducale (secoli X e XII), che esprimeva in maniera tangibile la forza politica ed il benessere che la città aveva raggiunto in quegli anni.

Il premio consegnato congiuntamente dal Prefetto vicario dottoressa Ciaramella, dall’On. Raffaele Trano, dal vicesindaco dott. Angelo Magliozzi e dal maggiore dell’Arma dei Carabinieri Pirrea, è andato per questa edizione delle Grandi Vele alla Campionessa olimpionica Stefania Belmondo del Gruppo Carabinieri Forestale, alla quale il dott. Giacomo Bonelli ha consegnato anche il premio dello sponsor Smith.

La pluri iridata sciatrice dopo la proiezione di un video delle sue gesta sportive ha raccontato brevemente la sua storia, sottolineando l’importanza dell’attuale attività di sensibilizzazione sullo sport che svolge nelle scuole grazie anche all’Arma dei Carabinieri Forestali.

La Belmondo ha precisato: «Gli ex atleti hanno l’obbligo di portare ai ragazzi la testimonianza di come va fatto e vissuto lo sport, che deve essere sinonimo di salute, di impegno, di sacrificio, di volontà, di rinunce, e soprattutto di pulizia, rifiutando qualsiasi pratica illegale e scorretta come, ad esempio, il doping».

Proprio sulla deplorevole pratica del doping sportivo la Belmondo ha narrato anche un piccolo aneddoto: «La mia decina medaglia olimpica l’ho ricevuta per posta dopo due anni da un corriere perché la vincitrice era risultata positiva a sostanze vietate, e questa non è l’unica medaglia che ho ricevuto così. Dopo ne ho ricevute anche altre. È una cosa ignobile e priva di senso, e per questo combatto tutti i giorni per insegnare sia ai miei figli che ad altri ragazzi che lo sport deve essere praticato per stare meglio e non per arrivare a tutti i costi davanti ad un altro, magari assumendo sostanze che creano gravi danni alla salute e contemporaneamente contribuiscono a cancellare l’eventuale felicità di altri. Questo non è giusto e per questo testimonio tra i giovani che lo sport è sinonimo di impegno, dedizione e sacrificio».

Dopo 16 “edizioni al maschile” il premio “Follaro d’oro” è stato consegnato ad una donna, circostanza che ha attribuito un valore aggiunto ed un significato ulteriore all’importante evento.

Per quanto riguarda, invece, il progetto “Plastic Free” associato alla manifestazione “Grandi Vele”, la serata ha visto il susseguirsi degli interventi dell’On. Raffaele Trano e dell’Assessore all’ambiente del Comune di Gaeta dott. Felice d’Argenzio.

L’On. Trano ha sottolineato l’impegno del governo italiano e del Ministro Costa sulle tematiche ambientali e sulla riduzione dei materiali plastici dai mari, e ciò anche per una corretta responsabilità intergenerazionale.

Il dott. D’Argenzio, invece, ha ricordato il costante impegno dell’Amministrazione Mitrano su progetti come quello del “Plastic free”. In proposito l’Assessore ha ricordato che il Comune di Gaeta in collaborazione con la Capitaneria di Porto ha già collocato in mare un dispositivo per il recupero delle plastiche, e che a breve ne saranno collocati altri quattro.

I dispositivi a pieno regime consentiranno il recupero di cinque tonnellate di rifiuti plastici dai mari del Golfo. Inoltre, è stata anche ricordata la Convenzione stipulata con le Associazioni dei pescatori, ai quali sono stati consegnati ceste per lo stoccaggio ed il trattamento dei rifiuti plastici recuperati con le reti durante le operazioni di pesca. Sinergie queste ultime che garantiscono la qualità dell’ambiente marino e la balneabilità delle coste, e per far sì che Gaeta divenga sempre più la “Perla del Tirreno” tra i Comuni che si affacciano sul Golfo.

le3cshop.com