Handball: per la Geoter c’è la Lazio in trasferta

Primo derby del girone di ritorno per la Geoter Gaeta. La formazione biancorossa, dopo aver affrontato le pugliesi Fasano e Conversano, sarà di scena al “PalaGems” di Roma, dove affronterà i padroni di casa della Lazio.

Il team guidato da coach Giuseppe Langiano occupa la quarta posizione con 17 punti all’attivo, frutto di sei successi, di cui uno ai rigori, e tre sconfitte, anche se rimane in attesa della decisione del Giudice Sportivo che ha sospeso l’omologazione dell’incontro disputato col Conversano: se dovesse essere confermato il risultato al termine dei 60’ (24-25 per i laziali), le aquile volerebbero al secondo posto a quota 20. Quella di sabato sarà per i biancocelesti la seconda gara interna di fila, dopo il successo ipotecato nell’ultimo turno ai danni del Cus Palermo, 34-24 il finale. Rispetto al girone di andata, in cui i capitolini si imposero 31-35, la rosa a disposizione di Langiano è rimasta inalterata: tra i pali ritroviamo l’esperto Massimo Dovere, l’ex Fondi Alessandro Gionta e Matteo Corvino, e ancora il pivot Nazionale Andrea Di Marcello, i terzini Sebastiano Menna e Dalibor Djordjievic, il centrale Matteo Di Sabatino, i veterani Angelo Pannelli, Simone Langiano (nella duplice veste di ds e giocatore) e Fabio Paolone, capitano della squadra, e i giovani Corrado e Fatale; in forza alla Lazio anche il gaetano Luigi La Monica, cresciuto nel Cus Cassino Gaeta e trasferitosi a Roma per motivi di studio; unica novità, l’arrivo dell’ala destra Luigi Zacchini, classe ’81, proveniente dal Teramo. “Siamo pronti – ha dichiarato sul sito ufficiale della società romana il capitano Fabio Paolone – sia mentalmente che fisicamente ad affrontare il Gaeta nella prossima giornata. Sono ultimi del girone, ma non li sottovalutiamo perché vogliamo il secondo posto”.

In casa Geoter, a mancare sono i risultati, non di certo l’entusiasmo. L’impegno al cospetto della Lazio non è dei più agevoli, ma i ragazzi di Salvatore Onelli lo affronteranno con l’obiettivo di mettere in difficoltà gli avversari il più possibile. “Si tratta di un match difficile, – ha spiegato Onelli – ma noi ce la metteremo tutta per complicare la vita agli avversari. In settimana abbiamo lavorato molto anche sull’aspetto mentale e sull’intensità, e stiamo cercando di risolvere quella carenza di concentrazione che ci sta condannando negli ultimi cinque minuti di ogni gara”. Qualche problemino per i Nazionali Guinci, alle prese con una leggera contrattura, e Bettini, sintomi influenzali, ma entrambi saranno del match; out per febbre Martino; la notizia più bella, però, arriva dal rientro dopo mesi di riabilitazione di Andrea Antetomaso, finalmente pronto per apportare il proprio contributo.

Fischio d’inizio previsto alle 21 di sabato 14 dicembre; dirigerà la coppia arbitrale Manuele-Spallino.