L LAZIO VITIVINICOLO. Banco d’assaggio con 50 aziende del territorio 

Clicca e scopri i prodotti in vendità

Una nuova AIS Lazio e una nuova delegazione di Latina! Nell’attesa
dell’apertura ufficiale dell’anno sociale 2022 – 2023, in programma il
prossimo 21 settembre a Roma, AIS Lazio – Associazione Italiana
Sommelier saluta i suoi associati in anteprima con un evento che mira
a valorizzare i vini di tutta la Regione Lazio, a cura della delegazione di
Latina e del neo-delegato Umberto Trombelli. L’appuntamento è,
dunque, proprio a Latina venerdì 2 settembre 2022 dalle ore 18 alle ore
22 con Il Lazio Vitivinicolo, Banco d’assaggio con 50 aziende del
territorio, presso il Park Hotel, sede della delegazione provinciale
(strada statale 156 – vi dei Monti Lepini, 25).
“Vogliamo ripartire da noi, dal nostro bellissimo territorio che fa vini di
qualità da diversi anni e che, dunque, va scoperto e rilanciato – dice
Francesco Guercilena, neo-eletto presidente di AIS Lazio – Questo
sarà uno degli obiettivi principali dei prossimi 4 anni, verso la cui
realizzazione è a già a lavoro con grande entusiasmo ed impegno tutta
la rinnovata squadra della nostra associazione”
Protagoniste dell’iniziativa del 2 settembre saranno circa 50 aziende che
proporranno in totale un centinaio di etichette. Si tratterà di

un’interessante panoramica sulla produzione del Lazio che si esprime
principalmente attraverso la riscoperta degli autoctoni, ma che ha una
bella incisività anche sui vitigni internazionali. Una vetrina ma anche una
possibilità di dar voce alle realtà emergenti che spesso passano sotto
traccia, scoprendo nuove identità o recuperando identità perse nel
tempo. I partecipanti potranno incontrare e parlare con i produttori e con
chi vive l’azienda tutti i giorni, oltre che con i sommelier professionisti di
AIS Lazio.
“Con questo evento la delegazione di Latina dell’Associazione Italiana
Sommelier Lazio vuole dare risalto sia alle realtà già affermate a livello
locale e nazionale, con numeri notevoli, sia alle realtà più piccole,
lasciando uno spazio di espressività e di comunicazione anche a quelle
aziende che, dati i numeri e le dimensioni più esigue, non riescono ad
avere visibilità da parte degli utenti finali – spiega con grande passione e
convinzione il delegato Umberto Trombelli – L’associazione vuole fare
da collante. Il ruolo dei sommelier è quello di professionisti del settore
che uniscono e avvicinano appassionati e addetti ai lavori del mondo del
vino a tutti quei produttori che, da anni, fanno un percorso di
valorizzazione enogastronomico sul territorio, dando un’espressività e
un’interpretazione differente, originale, autentica e veritiera di quelle
qualità e potenzialità presenti nella nostra regione già da anni”.
L’evento sarà aperto a tutti. L’ingresso sarà libero per i soci in regola
con la quota annuale, mentre i non soci potranno accedere con un
biglietto di 10 euro.

Pubblicità

https://www.instagram.com/p/Cj-a3_4I589/