Dopo l’ennesima sconfitta Patron Ialongo perde la pazienza

I.T.E. Tallini Castelforte

dsc_4097

SPORT: Acque agitate in casa Itri Calcio, dopo l’ennesima sconfitta, il Patron Vincenzo Ialongo ha perso la pazienza ed ha minacciato di ritirare la squadra dal Campionato di Eccellenza.

Le parole del Patron Itrano pesanti come un macigno lanciato in uno stagno, hanno provocato una serie di onde che hanno scosso l’Itri calcistica di fede biancazzurra.

dsc_4964Certamente la situazione che si è venuta a creare non è delle più facili, due punti dopo cinque gare, due pareggi e tre sconfitte consecutive, le ultime due facendosi rimontare, e senza riuscire a sfruttare la superiorità numerica, delineano una squadra, che al di là delle capacità dei singoli e del gioco espresso è carente di personalità.

La squadra che inizialmente aveva nella capacità realizzativa il proprio “Tallone di Achille”, ora si ritrova a non saper amministrare quando riesce ad andare in vantaggio o non saper chiudere il match, sfruttando le occasioni che si presentano, come nelle trasferte di Cassino ed Aprilia, quando Mastroianni e compagni si sono ritrovati a giocare gran parte della gara in superiorità numerica.

I biancazzurri, se da una parte, sono una squadra giovane nella quale i meccanismi e gli automatismi vanno ancora registrati, dall’altra peccano di personalità e l’assenza di un leader, che sappia prendere in mano la squadra nei momenti difficili, si fa sentire.

Certamente Mister Palladino ha un compito arduo, quello di dare una netta sterzata alla stagione della propria squadra, anche perchè se è vero che il campionato è appena iniziato e non c’è ancora una squadra in fuga a punteggio pieno, è anche vero che l’Itri è fanalino di coda a due punti e deve immediatamente reagire, a partire dalla prossima gara contro il Serpentara, match che potrà dire se le parole forti di Patron Ialongo avranno sortito l’effetto voluto.

di Enrico Duratorre

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo