Lucia Borsellino ad Acerra.

Lucia Borsellino ad Acerra
Lucia Borsellino ad Acerra

Una commossa Lucia Borsellino ha ringraziato la città di Acerra per il calore e l’omaggio riservato al padre, il magistrato Paolo Borsellino, e alla sua famiglia, in occasione della deposizione di una corona di alloro presso la lapide commemorativa ai due magistrati Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, nella omonima piazza della città di Acerra. «E’ davvero un dono prezioso – ha detto Lucia Borsellino – quello che la città di Acerra ha voluto dare a me e alla mia famiglia in questi giorni. Probabilmente nel 1992 io non ero pronta ad elargire neanche un sorriso. C’erano altre persone della mia famiglia che lo facevano, ma quanto avete fatto in questi giorni, mi ha fatto capire che nuovi semi di legalità germogliano in tutta Italia. Certo, ci sono targhe in altre parti d’Italia che non sono state rispettate, non sempre i semi cadono in terreni fertili, ma abbiamo trovato la forza per combattere, per continuare a dare la voce alla voglia di giustizia. Rivolgo a tutti voi un ringraziamento davvero sincero», tra i presenti in Piazza Falcone e Borsellino venerdì 14 febbraio, il pm della Dda di Napoli, Vincenzo D’Onofrio, ufficiali dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato. Il sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, ha così salutato i presenti: «E’ compito di tutti noi fare in modo che resti alta l’attenzione verso il tema della legalità, della giustizia, della lotta alla camorra e alla mafia. Questo territorio ha dalla sua un forte bisogno di legalità, ma ha dimostrato anche forte sensibilità verso certi temi, e proprio per questo sappiamo che è necessario sempre alimentare questa cultura. La mafia e la camorra, hanno fatto tanti errori, ma uno più grande di altri: hanno ammazzato due magistrati straordinari, hanno ucciso tanti uomini dello Stato, che sono però entrati nel cuore di tutti noi e ci danno la forza e la speranza. Volevano toglierci questa forza e questa speranza e, per fortuna, non ci sono riusciti». Lucia Borsellino è stata ospite della Fondazione “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori” di Acerra e ha partecipato, anche ad un convegno presso il Liceo “Sant’Alfonso Maria de’Liguori” di Acerra, con gli alunni dell’istituto per il ciclo “Organizzare la speranza 2014”. Nella serata di venerdì 14 febbraio, la dottoressa Borsellino ha anche visitato il Castello Baronale di Acerra, accompagnata dalle autorità e dai volontari e dalle guide dell’“Archeoclub” e del “Centro di Cultura Acerra Nostra” ha potuto conoscere le bellezze storico artistiche dell’antico maniero, i resti del teatro romano ed il Museo di Pulcinella.

Lucia Borsellino ad Acerra
Lucia Borsellino ad Acerra