Minturno: Liceo Scientifico Alberti. “Safer Internet Day”, del 6 febbraio, ‘tavola rotonda’ nell’Aula Magna dell’Istituto dalle 8.30 alle 10.15, rivolta alle classi del biennio

pubblicità

In occasione del Safer Internet Day, del 6 febbraio prossimo, il Liceo Scientifico Alberti ha organizzato una ‘tavola rotonda’ nell’Aula Magna dell’Istituto dalle 8.30 alle 10.15, rivolta alle classi del biennio. L’evento si inserisce in una serie di iniziative volte al contrasto dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo inserite in un progetto che ha ottenuto i finanziamenti del USR.

Interverranno due esperti, il dott. Pierpaolo Ianniello, in qualità di psicologo, e la dott.ssa Emiliana Bozzella, Responsabile Ufficio di supporto all’autonomia scolastica, ufficio competente anche per il bullismo. Gli ospiti saranno intervistati da due alunni del terzo anno i quali, insieme ad altri 24 studenti del triennio, tra Liceo Alberti e ITE Tallini di Castelforte, hanno seguito e superato un corso organizzato dal Moige (Movimento Italiano GEnitori), per diventare “Giovani Ambasciatori per la cittadinanza digitale” ed essere in tal modo punti di riferimento esperti e consapevoli dei propri compagni di scuola in difficoltà.

Per un maggiore coinvolgimento di tutti i partecipanti, inoltre, le prof.sse referenti, Gaia Scafetta e Maria Rosaria Di Raimo, hanno precedentemente riflettuto con gli studenti e prodotto una serie di domande, interrogativi e considerazioni da porre agli ospiti. Allo stesso scopo, i rappresentanti di Istituto hanno predisposto scatole in cui gli alunni possono liberamente e anonimamente inserire le loro esperienze sul tema, testimonianze che, all’attenzione degli ospiti, trovino suggerimenti per affrontarle e siano monito per gli altri. La struttura della tavola rotonda, che prevede un totale coinvolgimento degli studenti e gli insegnanti ‘dietro le quinte’, risponde all’esigenza sentita e condivisa di rendere sempre più protagonisti gli alunni stessi nel processo di educazione e sviluppo, attraverso la conoscenza, la partecipazione attiva e il confronto.

Pubblicità