MSGC:  Il Ministero dell’Ambiente boccia il progetto comunale per la riduzione dei rifiuti

Il Ministero della Transizione ecologica ha finanziato per l’anno 2022 l’acquisto di ben 712 eco-compattatori da parte delle amministrazioni comunali attraverso il riconoscimento di uno specifico contributo che va da 15000 a 30.000 euro in base alla capienza dell’eco – compattatore. Il Comune di Monte San Giovanni Campano il 28 Marzo 2022 con  delibera di Giunta Comunale n. 25 ha partecipato al bando di finanziamento indetto dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ma il progetto  presentato non compare neppure tra i 668 progetti ammissibili e non finanziabili. Segno tangibile di un progetto per la riduzione dei rifiuti  completamente errato e bocciato senza riserva da chi lo ha esaminato . Fare Verde ricorda agli  amministratori comunali che   le domande allo stesso bando  per il 2023 si potranno presentare  a partire dal 31 gennaio e fino al 31 marzo 2023 nella speranza che sia la volta buona anche per Monte San Giovanni Campano. In alternativa si possono acquistare gli eco – compattatori con il denaro avanzato dalla TARI. Tutto ciò evidenzia ancora una volta che “l’amministrazione comunale arcobaleno” di Monte San Giovanni Campano non ha una visione organica e  non ha nessun obiettivo da raggiungere per l’Ambiente visto che anche  la riduzione dei rifiuti non è una pratica a cui è avvezza.  Per dirlo in modo molto semplice,  restano sospesi anche : Il dissesto idrogeologico, il razionamento idrico spacciato per turnazioni idriche, i rifiuti abbandonati, l’isola ecologica inefficace, la pessima  qualità dell’aria, la criticità idrica del torrente Amaseno per più di 200 giorni senz’acqua, l’inquinamento del Liri ecce cc.  Fare Verde  al Comune di Monte San Giovanni Campano : “Ritenta, sarai più fortunato”.  

Fare Verde Monte San Giovanni Campano

Pubblicità