Norma: Non c’è limite d’età per le esperienze nuove

Il Paese delle meraviglie a Minturno


Non si finisce mai d’imparare né di riconoscere la verità di questo motto, ma il Centro Sociale Culturale Anziani di Norma ha fatto sì che parole comuni diventassero più di una semplice massima. Il Presidente del Centro, Antonio Pietrosanti, da poco più di cinque anni cura le molteplici attività del Centro, perché sia motivo di aggregazione e rappresenti la possibilità di esperienze sempre nuove.

L’ultima iniziativa, in ordine di tempo, sancisce il gemellaggio con Carpineto e ha dato modo ai soci di visitare una splendida città d’arte, ma soprattutto di stringere i rapporti con il Centro Sociale Anziani “Silvio Carpeto”. È l’ultimo passo per un’amicizia ufficialmente iniziata un anno fa, rappresentativo del più alto degli scopi: conoscere, approfondire e oltrepassare i confini del paese. In itinere, infatti, ci sono frequenti contatti anche con Castel Gandolfo, Aprilia e Latina, affinché ognuno dei soci possa arricchirsi del confronto con realtà diverse.

È il motivo che spinge il Comune di Norma a seguire con orgoglio le attività del Centro, sia nei viaggi – si tratti di gite invernali e vacanze estive oppure di visite di fede ai santuari o in occasione dell’udienza del papa – sia negli eventi locali.

«Accogliamo ogni iniziativa utile a potenziare le attività» spiega il Presidente «perché tutto l’impegno che infondo in questo progetto – e, con me, l’intero comitato del Centro – è nient’altro che il desiderio di soddisfare le richieste dei soci: coloro che hanno deciso di riporre fiducia in noi».

Ogni domenica sera ci sono momenti conviviali e spunti ricreativi: dal ballo alla ginnastica, dall’informatica al teatro. Da questa esperienza è nata anche “L’allegra compagnia”, il gruppo teatrale di cui Floro Crescenzi è regista.

«L’indipendenza del Centro è innegabile, quant’è lampante che ormai sia un punto di riferimento per buona parte del paese. Questo ci rende orgogliosi, perché promuoviamo l’autonomia e la crescita personale, lavorando costantemente in modo che non manchi alcun tipo di assistenza né di ascolto» commenta Nadia Dell’Omo, Consigliera Delegata alle Politiche Sociali «Condividiamo impegno e passione. E confido che questo sarà motivo di molti altri traguardi».

le3cshop.com