Sermoneta: “Borgate sicure”, presentato al Ministero il progetto per ampliare la videosorveglianza

Pubblicità

“La sicurezza dei cittadini di Sermoneta è sempre stata fondamentale per la nostra amministrazione e gli investimenti fatti e quelli in programma ne sono la prova tangibile. In questi anni abbiamo ottenuto fondi regionali e stanziato ulteriori soldi del bilancio comunale per far crescere e potenziare la videosorveglianza, strumento fondamentale per il controllo del territorio e per scongiurare furti, atti vandalici e reati in genere. Come amministrazione non ci fermiamo: in questi giorni stiamo partecipando a un bando del Ministero dell’Interno per ottenere un cospicuo finanziamento per aumentare il numero delle telecamere di videosorveglianza a Sermoneta”.

Con queste parole il sindaco di Sermoneta, Giuseppina Giovannoli, ha presentato il progetto “Borgate sicure”, potenziamento del precedente progetto del 2021.
“Borgate sicure” prevede l’installazione di ulteriori telecamere di videosorveglianza anche con lettura targhe, sulla rotatoria di Doganella di Ninfa, cerniera con i comuni confinanti di Cisterna-Cori, Norma e Latina; Piazza Caracupa; via Romana Vecchia, strada di collegamento con Sezze; via Murillo/via Tufette, snodo importante per tutti i veicoli provenienti dall’Appia e dalla SR156; via della Tecnica, area industriale di Sermoneta; e via Carrara, strada di accesso a Sermoneta da Latina. Telecamere che si integreranno a quelle già esistenti.

“Abbiamo ottenuto nelle scorse settimane anche un altro finanziamento ministeriale nell’ambito del progetto “Scuole sicure” per installare ulteriori telecamere all’esterno delle scuole di Sermoneta – conclude il primo cittadino -. Vogliamo continuare a dare ai nostri concittadini più sicurezza nel vivere quotidiano, quella sicurezza e quella legalità a cui tutti noi abbiamo diritto”.

Le3cshop.com