Sessa Aurunca: Antico strumento per fare il pane. “C’era una volta la Madia” di Fatima Coiro

Pubblicità

Il nome deriva dal latino magida che significa impastare, lavorare la farina; le origini di questo mobile da cucina risalgono al periodo romanico. Le nostre nonne facevano ancora manualmente il pane nella madia, utilizzando la “ pasta madre”. La sera prima si scioglieva la “ pasta madre” con un po’ di acqua tiepida e farina. Al mattino presto veniva impastato e si formavano i pani, che si ponevano sull’asse di legno a lievitare, dopo averli ricoperti con un telo. Nel frattempo, si scaldava il forno e, quando esso aveva raggiunto il giusto grado di temperatura, si infornavano i pani. Una volta ripulita la madia, il pane fresco vi trovava posto per otto giorni. In alcune regioni si chiama Mattera.

di Fatima Coiro

Le3cshop.com