Sud Pontino: Guardia di Finanza. Sequestro preventivo per cinque Imprenditori tra Formia, Minturno e Spigno per evasione fiscale

Un sequestro preventivo, è stato richiesto dal sostituto procuratore Emanuele De Franco, ed è stato disposto dal Gip del Tribunale di Cassino Massimo Lo Mastro in materia tributaria, nei confronti di cinque imprenditori. Si tratta di A. Z., di 72 anni, di T. Z., di 43 anni, di E. V. di 53 anni, di N. C., di 37 anni e di G. M., 61 anni, residenti tra Spigno Saturnia, Formia e Minturno. Il tutto sfiora il mezzo milione di euro e che riguarda l’entità delle accuse formulate dalla Procura di Cassino sulla scorta delle risultanze investigative del gruppo di Formia della Guardia di Finanza. Alla base di quanto esposto, la responsabilità delle cinque persone indagate facenti capo a società sul territorio romano di commercializzazione di prodotti alimentari, dovranno rispondere di mancata presentazione della documentazione d’imposta relativa all’anno 2019 per un ammanco di 100mila euro, con l’accusa di aver emesso fatture inesistenti pari a circa 260mila euro.

Pubblicità