Sud Pontino: le operazioni dei Carabinieri del 14-16 Giugno 2014

Aprilia: Denunciati quattro pakistani per rissa e lesioni.

Il 15 giugno 2014, in Aprilia (LT), al termine di approfondimenti investigativi, i Carabinieri del locale Reparto Territoriale hanno deferito all’A.G. 4 pakistani, i qualinella serata del 14 c.m. sono stati coinvolti in una rissa nei pressi dell’abitazione di uno degli stessi, generata  per motivi economici. Nel corso della colluttazione sono state utilizzate forbici e pinze con cui  venivano procurate diverse ferite ai contendenti.

Sabaudia: Sorvegliato speciale tratto in arresto per violazione degli obblighi.

Nella tarda serata del 15 giugno c.a., in Sabaudia (LT),militari della locale Stazione Carabinieri, nel corso di servizio controllo del territorio, traevano in arresto nella flagranza di reato R.A. 31 enne di Latina, pregiudicato, sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno in questo capoluogo, poiché veniva sorpreso in quel centro senza alcuna autorizzazione ad allontanarsi.

L’arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa di rito direttissimo.

 

Gaeta: denunciata per occupazione abusiva.

Il 14 giugno, in Gaeta, i Carabinieri della dipendente motovedetta CC 816 “Tripodi”, in collaborazione con il personale della locale  Capitaneria di Porto, deferivano in stato di liberta’ alla competente A.G. D.C.F. 54ENNE, resasi responsabile dei reati di “occupazione abusiva di spazio demaniale – violazione degli obblighi sui vincoli paesaggistici –  pericolo alla navigazione – esecuzione abusiva di opere sul demanio (artt. 54 – 1161, 1231 c.d.n. quest’ultimo art. in relazione alla circolare del ministero dei trasporti e della navigazione nr. 120 serie I titolo demanio marittimo del 24.05.2001 c.d.n.;  – art. 142 -181 del d.-l.vo n.42 del 22 gennaio 2004 – art. 44 d.p.r. 06.06.2001 nr. 380 – art. 734 c.p. ).

La predetta, sul tratto di mare antistante la spiaggia in concessione, dove è situata la struttura turistica, senza alcun titolo autorizzativo, collocava un pontile delle dimensioni di circa sedici mt per due, composto da due moduli legati tra loro ed assicurato alle due estremità rispettivamente da due cime che davano verso la spiaggia e verso il mare presumibilmente legate a corpi morti.

La struttura veniva successivamente rimossa, lasciando solo le cime di ancoraggio.

 

Terracina: alla guida ubriaco, denunciato.

Il 14 giugno, in Terracina, i Carabinieri del dipendente N.O.RM. – Aliquota Radiomobile – denunciavano F.F. 25ENNE del Frusinate, poiché sorpreso alla guida della propria autovettura sotto l’effetto di sostanze alcoliche.

 

Sonnino: senza nessun motivo oppone resistenza e oltraggia i Carabinieri, arrestato.

Il 14 giugno, in Sonnino, i Carabinieri del locale Comando, arrestavano per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale S.G. 45ENNE, per aver opposto energicamente ed ingiustificata resistenza ai militari, procurandogli lievi lesioni, mentre erano impegnati ad altra attività di polizia, non verso il predetto.

 

Cisterna di Latina: Aggredisce la moglie ed i Carabinieri intervenuti, arrestato.

Il 13 Giugno 2014, in Cisterna di Latina, i Carabinieri del locale Comando Stazione, traevano in arresto Z.P., quarantasettenne del luogo, responsabile di “maltrattamenti in famiglia; lesioni personali e minacce a Pubblico Ufficiale”. L’uomo, per futili motivi ed alla presenza dei figli minori, aggrediva la propria consorte, causandole delle escoriazioni multiple ad entrambe le braccia ed al labbro superiore nonché degli ematomi alle gambe e all’addome. Alla vista degli uomini dell’Arma, intervenuti al fine di sedare la lite, l’energumeno gli si scagliava contro profferendo frasi minacciose.

La malcapitata veniva accompagnata presso il locale posto di primo soccorso e, visitata, giudicata guaribile in 5 giorni, salvo complicazioni, l’arrestato, terminate le dovute formalità, è stato associato presso la Casa Circondariale di Latina, ove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

 

Norma: Due persone, tentano di asportare materiale dall’ex depuratore, arrestati.

Il 13 Giugno 2014, in Norma, i Carabinieri della locale Stazione, traevano in arresto S.F., trentaquattrenne e C.E., venticinquenne, entrambi del luogo, responsabili di “tentato furto aggravato in concorso”. I due, si recavano presso l’ex depuratore e tentavano di asportare  venticinque ringhiere da due metri ognuna nonchè parti dei macchinari utilizzati per il trattamento di acque reflue, ma i loro movimenti non passavano inosservati agli uomini dell’Arma che prontamente li bloccavano, recuperando l’intera refurtiva.

I predetti, espletate le dovute formalità, venivano ristretti presso le camere di sicurezza dell’Arma, in attesa della celebrazione del rito per direttissima.

 

Terracina: Commercia abusivamente farmaci, denunciato dai Carabinieri.

Il 13 Giugno 2014, in Terracina, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, a conclusione di una specifica attività infoinvestigativa, deferivano, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, S.S., trentaseienne, di origine indiana ma domiciliato in Sabaudia, responsabile del reato di “commercio abusivo di farmaci”. L’uomo, nel corso di una perquisizione personale e domiciliare, veniva trovato in possesso di nr. 432 capsule medicinali denominate Spasmo Proxyvon e Spasmo Proxyvon Plus, contenute in vari blister confezionati all’estero, secondo gli investigatori dell’Arma, il medicinale sarebbe stato destinato al commercio clandestino nell’ambito della locale comunità Indiana.

Gli officinali rinvenuti venivano posi sotto sequestro.

 

Priverno: Molesta due giovani donne, arrestato dai Carabinieri.

Il 13 Giugno 2014, in Priverno, i Carabinieri del locale Comando Stazione, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Latina, traevano in arresto L.R.P.R., pregiudicato cinquantunenne di origine Francese e residente nel comune Lepino, resosi responsabile di “atti persecutori (stalking); violenza sessuale e lesioni personali”. L’uomo, secondo le risultanze investigative degli uomini dell’Arma, concordate dal Magistrato, nel periodo compreso tra i mesi di settembre 2013 e maggio 2014, molestava, in maniera ripetuta ed ossessiva con minacce aggressioni e palpeggiamenti, due giovani donne, costringendole a vivere nel terrore per la propria incolumità fisica, al  punto da indurle addirittura a cambiare abitazione.

Espletate le dovute formalità, l’arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Latina, ove resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo